CLASSIFICA
NOTIZIE
Team
Points
1 Pro Gorizia 72
2 Juventina S.Andrea 58
3 Primorje 57
4 ISM Gradisca 55
5 Valnatisone 47
6 Pro Cervignano M. 46
7 Tolmezzo Carnia 46
8 Zaule Rabuiese 38
9 Costalunga 35
10 Pro Romans Medea 35
11 Sistiana Sesljan 34
12 Trieste Calcio 32
13 Tarcentina 32
14 Fulgor 32
15 Aurora Buonaquisto 30
16 Vesna 13
ULTIMO TURNO
06-05-2018
 
Sistiana Sesljan 2 : 3 Tolmezzo Carnia
PROSSIMO TURNO
ALTRE NOTIZIE
IMMAGINI
Facebook Image
NEWS PRIMO PIANO

NEWS PRIMO PIANO (338)

FINALE TORNEO JUNIORES DI CICONICCO - XXXII° Trofeo Zoratti - XXX° Memorial Munaretto
TOLMEZZO - TARCENTINA 1-1 d.t.s. (6-5 d.c.r.)
Gol: Nardini all'80' e  Micelli al 93'.
TOLMEZZO CARNIA: Di Giusto, Restifo (23' s.t. De Toni), Puppis (7' p.t.s. Banelli), Zancanaro, Faleschini, Rovere, Fabris, Brovedan (41' s.t. Gollino), Zuliani, Micelli (7' p.t.s. Lupieri), Gherbezza (1' s.t. Nassivera Marco); a disposizione Colonna, Straulino. Allenatore Mauro Serini.
TARCENTINA: Mauro, Barbiero (31' s.t. Sancis), Celetto, Marchesino, Alekic, Boer, Noacco (13' s.t. Lorenzini Denis), Dordolo (36' s.t. Sika), Nardini (44' s.t. Comelli), Ponton, Cuciz; a disposizione Lorenzini Roberto, Rossi. Allenatore Stefano Tion.
Arbitro: Nicola Grasso della Sezione di Udine
Note: ammoniti Dordolo, Puppis, Rovere, Fabris e Brovedan; espulsi Zuliani e Nassivera Marco
Ciconicco di Fagagna, 27 maggio 2018. Partita non adatta ai deboli di cuore quella disputatasi su magnifico rettangolo verde del CAR di Ciconicco. Alla fine il Tolmezzo, per la prima volta dopo innumerevoli partecipazioni, ha potuto alzare la coppa dei vincitori del XXXII° Trofeo Flavio Zoratti - XXX° Memorial Enrico Munaretto. La finalissima è terminata 1 a 1 al termine di tempi regolamentari e supplementari ed è stata decisa ai calci di rigore, con il Tolmezzo che l'ha spuntata, complessivamente, per 6 a 5. Le reti sono state siglate da Nardini, per la Tarcentina, intorno all'80' e da Samuel Micelli, al 93', per il Tolmezzo. Da evidenziare che il Tolmezzo ha disputato, da poco dopo la mezz'ora del primo tempo, la gara in dieci e tutti i tempi supplementari in nove, per le espulsioni di Zuliani, prima, e Marco Nassivera, poi. Sono stati necessari otto calci di rigore a testa per decidere la vincente, dei quali tre parati da Di Giusto, che è stato premiato come miglior portiere del torneo. Questa la sequenza dei rigori calciati dai tolmezzini: Gollino parato, Faleschini gol, Banelli gol, Fabris parato, Rovere palo; proseguendo ad oltranza, gol per Lupieri, De Toni e, decisivo, in quanto la Tarcentina ha mandato il pallone dell'ottavo rigore sulla traversa, Zancanaro. 

TORNEO JUNIORES DI CICONICCO - XXXII° Trofeo Zoratti - XXX° Memorial Munaretto
1^ GARA DI SEMIFINALE
TOLMEZZO - PRO FAGAGNA 2-0 (p.t. 1-0)
Gol: p.t. autogol al 26'; s.t. Fabris al 50'
TOLMEZZO CARNIA: Colonna, De Toni (6' s.t. Puppis), Faleschini, Zancanaro, Nassivera Matteo, Rovere, Fabris, Brovedan, Zuliani (28' s.t. Lupieri), Micelli (18' s.t. Gollino), Gherbezza (9' s.t. Nassivera Marco); a disposizione Restifo e Banelli. Allenatore Mauro Serini.
PRO FAGAGNA: Peressini, Buttazzoni, Bisaro, Lestani, Miano, Cafarelli, Domini (13' s.t. Dapit), Lauzana, Marcuzzi, De Prato, Bassi (28' s.t. Bonetti); a disposizione Lizzi e Copetti. Allenatore Gino Zampa.
Arbitro: Nicolò Pischiutta della Sezione di Udine
Note: ammoniti Zancanaro (28' s.t.), Bonetti (35' s.t.), Marcuzzi (41' s.t.); calci d'angolo 10 a 3 per il Tolmezzo; recupero 0' e 3'+2'.
Ciconicco di Fagagna, 23 maggio 2018. Il Tolmezzo è la prima finalista del Torneo di Ciconicco! La squadra di mister Serini ha meritatamente (più di quanto dica il risultato finale) avuto la meglio sulla compagine fagagnese di mister Zampa. Partita caratterizzata dai quattro "legni" colpiti da Samuele Micelli; se non è un record poco ci manca! Nella prima parte di gara la Pro non ha mai superato la metà campo tolmezzina: parte forte il Tolmezzo, che già al 3' colpisce con Micelli il palo interno alla destra del portiere, con palla che "naviga" sulla linea di porta prima di essere preda dello stesso Peressini. Al 6' occasione per Faleschini che, svirgolato il tiro al volo da posizione favorevolissima, passa indietro all'accorrente Zuliani, il quale calcia però fuori dai pali. All'8', su calcio d'angolo battuto da Zancanaro, colpo di testa di Micelli che centra in pieno la traversa. Gioca bene il Tolmezzo, con azioni manovrate che strappano qualche complimento alla tribuna, ma il gol non vuole arrivare, fino al 26' quando un tiro-cross di Brovedan mette in grossa difficoltà la difesa del Fagagna che, nel tentativo di rinviare dalla linea di porta, fa finire il pallone in rete per il vantaggio tolmezzino. Al 28' si affaccia per la prima volta pericolosamente nell'area del Tolmezzo la Pro Fagagna , ma il colpo di testa di Marcuzzi finisce abbondantemente a lato. Alla mezz'ora Micelli, solo davanti al portiere, ha l'ennesima occasione da gol, ma calcia male e Peressini para facilmente. Continua lo show di Micelli e, al 38', è ancora la traversa a respingere il tiro di esterno della punta tolmezzina. La ripresa, prima della girandola dei cambi, inizia come si era concluso il primo tempo ... con il Tolmezzo in avanti: al 3', su corner di Zancanaro, il perentorio colpo di testa di Rovere finisce fuori e all'8' Micelli centra il suo quarto "legno" personale, colpendo la traversa con un tiro dal limite dell'area. Al 14' ci sarebbe anche un netto fallo di mano in area del Fagagna, sul quale l'arbitro sorvola suscitando le proteste tolmezzine. Al 23' corriamo uno dei pochi rischi della gara quando, su respinta rimpallata di Rovere, il tiro di Marcuzzi finisce a lato. La partita va avanti senza che il Tolmezzo riesca a trovare il suo secondo sigillo: al 33' il colpo di testa di Faleschini, sull'ennesimo calcio d'angolo di Fabris, termina fuori; al 45' finisce sul fondo anche il diagonale di Gollino. Nel recupero, protrattosi per cinque minuti per l'infortunio di Gollino, rimasto a terra per un paio di minuti nell'area del Fagagna, un calcio d'angolo a favore della squadra della cittadina della "corsa degli asini" mette paura alla difesa tolmezzina, ma il colpo di testa di Marcuzzi termina alto e, sulla ripartenza, Stefano Fabris trova il gol del 2 a 0 poco prima del fischio finale dell'arbitro. Adesso il Tolmezzo attende la sua avversaria per la finale di domenica (ore 17,30), che uscirà dalla sfida fra Tricesimo e Tarcentina, in programma questa sera alle 19,30.

TORNEO JUNIORES DI CICONICCO - XXXII° Trofeo Zoratti - XXX° Memorial Munaretto
TOLMEZZO - TARCENTINA 4-0 (p.t. 2-0)
Gol: p.t. Micelli al 23', Brovedan al 41'; s.t. Fabris al 38', Gollino al 48'.
TOLMEZZO CARNIA: Di Giusto, Restifo, Faleschini, Zancanaro, Nassivera Matteo, Rovere (10' s.t. Banelli), Fabris, Brovedan (10' s.t. Lupieri), Zuliani (28' s.t. Straulino), Micelli (24' s.t. Gollino), Gherbezza (17' s.t. Nassivera Marco); a disposizione Colonna e De Toni. Allenatore Mauro Serini.
TARCENTINA: Fattori, Marchesino, Barbiero, Sommaro, Mazzarano (26' s.t. Tufa), Sancis (6' s.t. Boer), La Torre (1' s.t. Comelli), Sika Kokora, Pema, Ponton (22' s.t. Dordolo), Tomadini (13' s.t. Lorenzini); a disposizione Mauro e Fadini. Allenatore Stefano Tion.
Arbitro: Francesco Muzzarelli della Sezione di Udine.
Note: ammoniti Mazzarano (38' p.t.), Zuliani (24' s.t.), Zancanaro (33' s.t.), Dordolo (37' s.t.); calci d'angolo 12 a 3 per il Tolmezzo; recuperi 2' e 5'.
Ciconicco di Fagagna, 17 maggio 2018. Con un bel primo tempo (sul taccuino due gol segnati e due "legni" colpiti) ed un secondo tempo con qualcosa in più di una semplice "gestione" della gara (con altre due reti realizzate nei minuti finali), la Juniores tolmezzina ha avuto nettamente la meglio sulla Tarcentina (seconda forza del girone del Campionato da poco concluso e dominato dalla squadra di mister Serini), qualificandosi alla grande per la semifinale del Torneo, in programma mercoledì prossimo, nella quale incontrerà una fra Tricesimo e Pro Fagagna. Prima azione degna di nota al 7' quando, sulla ribattuta del portiere tarcentino in opposizione ad una punizione di Fabris, Micelli da buona posizione calcia debolmente il pallone, facile preda del portiere stesso. Al 13' si fa notare, con una buona azione sulla destra, Gherbezza, il quale, giunto nei pressi del portiere avversario, invece di calciare direttamente in porta (pur da posizione decentrata) passa palla al centro, non trovando alcun compagno pronto alla deviazione vincente. Al 23' Samuele Di Giusto lancia direttamente Samuel Micelli, che supera in velocità il difensore tarcentino e, con il portiere fuori dai pali, segna di "palombella" il gol dell'uno a zero. Due minuti dopo lo stesso Micelli, calciando troppo debolmente, si fa parare un tiro "a botta sicura". Continua a spingere il Tolmezzo e al 28' Fabris, dalla tre-quarti, calcia in area una punizione che, dopo la spizzata di testa di Micelli, viene deviata da Faleschini che incoccia la parte inferiore della traversa; è ancora un "legno" a dire di no al Tolmezzo quando, siamo al 35', sull'ennesimo corner battuto da Fabris, Rovere, con un perentorio colpo di testa, colpisce il palo alla sinistra di Fattori. Il meritato raddoppio giunge al 41' con Brovedan che, ricevuto il retropassaggio di Zancanaro, calcia imparabilmente dai 25 metri. Dopo un primo tempo letteralmente dominato da uno spettacolare Tolmezzo, la ripresa si presenta un po' più equilibrata, anche se sono quasi sempre gli undici tolmezzini a comandare il gioco con azioni manovrate, intervallate da ripartenze della formazione tarcentina. Così al 12' un'azione corale viene conclusa da Micelli con un diagonale che termina sul fondo, al 26' un attaccante della Tarcentina viene fermato fallosamente da Restifo, con il possibile "rigore" trasformato in "punizione dal limite" dall'arbitro Muzzarelli, e al 28' una insistita azione personale di Marco Nassivera viene conclusa con un tiro troppo debole per impensierire il bravo portiere Fattori. Nei minuti finali il punteggio viene arrotondato da Fabris, al 38', con un tiro dal limite che si infila a fil di palo, e da Gollino, al 48', grazie all'azione di Marco Nassivera che va via in dribbling sulla linea di fondo e lo serve, liberissimo, al centro dell'area di rigore.
TORNEO JUNIORES DI CICONICCO - XXXII° Trofeo Zoratti - XXX Memorial Munaretto
FLAIBANO - TOLMEZZO 2-3 (p.t. 1-1)
Gol: p.t. Ermacora al 15', Nassivera Marco al 25'; s.t. Brovedan (rig.) al 13', Ariis al 31', Rovere al 51'.
FLAIBANO: Giordani, Feula, Beltrame, Fom Berouk, Scherzo (6' s.t. Zamerean), Dragas, Vidoni (6' s.t. Coassin), Marchesan, Commisso (14' s.t. Gasparois), Ermacora (20' s.t. Ariis), Alessio (20' s.t. Calderazzo); a disposizione Giuliani e Vit. Allenatore Luca Michelutto.
TOLMEZZO CARNIA: Colonna, De Toni (42' s.t. Banelli), Restifo, Zancanaro, Faleschini, Rovere, Fabris, Brovedan, Nassivera Marco (3' s.t. Gherbezza), Micelli (23' s.t. Gollino), Zuliani (42' s.t. Lupieri); a disposizione Di Giusto, Puppis e Straulino. Allenatore Mauro Serini.
Arbitro: Sergio Gallina della Sezione di Udine
Note: ammoniti Nassivera (34' p.t.), Beltrame (40' p.t.), Restifo (44' p.t.), Giordani (12' s.t.), Ermacora (19' s.t.), Marchesan (36' s.t.); espulso Fom Berouk al 44' s.t.; calci d'angolo 11 a 4 per il Tolmezzo; recuperi 2' e 7'.
Ciconicco di Fagagna, 14 maggio 2018. Nella sua prima partita del Torneo di Ciconicco il Tolmezzo, dopo novantanove combattuti minuti, ha avuto meritatamente la meglio su un mai domo Flaibano. Partita dai toni agonistici elevati, quella vista sul tappeto verde della località nota per la Sacra Rappresentazione vivente, fra due squadre che, seppure a fine stagione, hanno dimostrato una buona condizione atletica.Parte forte il Tolmezzo che dopo dieci minuti confeziona la prima palla gol, con un buon colpo di testa di Rovere, su azione da calcio d'angolo, parato a terra da Giordani. Al 13' Micelli, lanciato da Brovedan, si trova a tu per tu con il portiere del Flaibano, che gli para la conclusione. Come spesso accade, al gol "mangiato" ha fatto da contraltare il gol subito; infatti al quarto d'ora, su azione di contropiede, Ermacora "sorprende" la difesa tolmezzina e supera Colonna portando in vantaggio la squadra di mister Michelutto. A seguire Micelli ci prova due volte: al 21' vede il suo tiro deviato in corner dal bravo Giordani, mentre al 23' la sua conclusione termina alta sulla traversa. Al 25', grazie al corner di Fabris girato in rete dal colpo di testa di Marco Nassivera, trova finalmente il gol la squadra di mister Serini. Al 41', raccogliendo un calcio di punizione dalla tre-quarti di Fabris, Restifo va vicino al gol del raddoppio colpendo, in acrobazia, il palo alla destra di Giordani. Tre minuti dopo il Flaibano pareggia il conto dei pali: fallo di Restifo al limite dell'area e relativa punizione calciata da Marchesan che colpisce il palo della porta difesa da un Colonna che nulla avrebbe potuto. Nel secondo minuto di recupero ci prova nuovamente Micelli, al termine di una bella azione collettiva, ma ancora una volta il suo tiro finisce alto. Anche la ripresa inizia con Micelli protagonista; prima non riesce ad incidere facendosi neutralizzare la conclusione, poi, al 5', lanciato direttamente dalla difesa, colpisce un palo clamoroso ed infine, al 12', viene atterrato platealmente in area dal portiere flaibanese, ammonito nell'occasione. Rigore sacrosanto trasformato freddamente da Brovedan, che porta per la prima volta in vantaggio il Tolmezzo. Alla mezz'ora Zancanaro prima e Fabris poi non riescono a spingere in rete il pallone che attraversa tutta la linea di porta e, sulla ripartenza, ancora una volta il Flaibano raggiunge il pareggio con la conclusione di Ariis. Il gol galvanizza il Flaibano che, pressando alto, mette in apprensione per qualche minuto la retroguardia tolmezzina, senza riuscire comunque ad incidere. La partita sembra stregata per l'undici tolmezzino che nei minuti finali, dopo essere rimasto in superiorità numerica per l'espulsione di Fom Berouk, va ripetutamente vicino al gol (si segnalano il tiro di Zancanaro al 46', parato con i piedi da Giordani, quello di Rovere al 47', deviato in corner dal numero uno flaibanese, il colpo di testa di Lupieri al 48', fuori di poco e, al 49', le conclusioni di Zancanaro, prima, e Rovere, poi), fino a che, nel sesto minuto di recupero, su punizione da posizione defilata battuta da Zancanaro, irrompe Michele Rovere che, con un perentorio colpo di testa, gonfia la rete flaibanese per il definitivo e strameritato 3 a 2.

CAMPIONATO DI PROMOZIONE (ultima giornata)
SISTIANA - TOLMEZZO 2-3 (p.t. 1-1)
Gol: p.t. 4’ Podgornik, 30’ Micelli; s.t. 27’ Cannone, 29’ Brovedan, 42’ Micelli.
SISTIANA SESLJAN: Gon, Crosato, Del Bello, Sammartini, Sessi, Donato, Podgornik, Del Rosso, Cannone, Miklavec, Menichini (15’ st Tawgui); a disposizione Kosuta, Cociani, Basello, Boscarolli, Farosich, Petracci. Allenatore AlessandroMusolino
TOLMEZZO CARNIA: Colonna (1’ st Di Giusto), Nassivera Matteo (1’ st Ajello), Faleschini Gabriele, Capellari, Faleschini Daniele, Fabris Davide, Madi, Migotti (1’ st Brovedan), Zuliani (1’ st Ciotola), Micelli Giacomo, Polettini (31’ st Nassivera Marco); a disposizione Zancanaro e Restifo. Allenatore Ivan Veritti
ARBITRO: Marco Della Gaspera della Sezione di Gorizia (assistenti Francesco Bernardi e Francesco Maria Camber di Trieste)
NOTE: ammoniti Crosato, Podgornik, Miklavec; calci d'angolo 5 a 3 per il Sistiana; recupero 0' e 3'.
Visogliano, 6 maggio 2018. Ultima giornata di un ottimo campionato (con il sesto posto finale, alla pari con il Cervignano) per la giovane truppa di mister Veritti; quest'oggi esordio in prima squadra anche per il portiere Gianni Colonna e per Marco Nassivera!

La cronaca del match tratta dal sito www.asdsistiana.it
Sistiana-Tolmezzo 2-3: Nonostante la sconfitta, nell'ultima giornata del Campionato di Promozione per mano del Tolmezzo per 2-3, il Sistiana Sesljan si salva per la terza stagione consecutiva. Gara tutto sommata equilibrata quella vista questo pomeriggio sul campo di Visogliano. Le due formazioni si sono affrontate a viso aperto, nonostante la formazione alquanto rimaneggiata imbottita di giovani con cui si è presentato il Tolmezzo. E' stata partita vera ed emozionante con gli ospiti che hanno trovato la vittoria soltanto nel finale. Buona la partenza del Sistiana che, fin dai primi minuti, prova a rendersi pericolosa. Discesa di Sammartini sulla destra incrocia con Menichini che conclude a lato, la risposta del Tolmezzo, su azione d'angolo, dove Faleschini G. mette sopra la traversa. Al 4' il Sistiana si porta in vantaggio, Colonna in uscita va in contrasto su Cannone che apre a Podgornik che conclude in fondo al sacco, 1-0. All'8' il Sistiana prova a raddoppiare con Menichini, su invito di Del Rosso, costringendo il portiere all'angolo. Sugli sviluppi dell'angolo Del Rosso conclude sopra la traversa. Al 14' sugli sviluppi di uno svarione difensivo, Migotti costringe Sessi a deviare in angolo. Al 19' sugli sviluppi di una punizione di Crosato, Faleschini G. devia in angolo. Al 22' il Sistiana sfiora il raddoppio, Sammartini mette per Cannone che, in contropiede, tra due difensori colpisce l'incrocio dei pali. Al 26' il gran diagonale di Crosato si spegne sul fondo. Al 29' il Tolmezzo trova il pareggio, Micelli vince un contrasto con Gon, in uscita, la sfera rimane li con Micelli che la fa carambolare in rete, 1-1. Al 30' Sammartini, sulla destra, prova ad incrociare con Podgornik che per un soffio non trova la deviazione sotto porta. Nel finale di tempo cresce la paura per il Sistiana costretto a giocare di rimessa portando il risultato al riposo sul 1-1. La seconda frazione riserva non poche emozioni, il Tolmezzo esce dal proprio guscio iniziando a pressare la difesa del Sistiana Sesljan, con Madi e la punizione di Fabri D. Al 5' Del Rosso dalla destra serve Cannone pescato in posizione di fuori gioco mette a lato. Al 7' si registra il diagonale di Ciotola, il tentativo alto di Menichini a la conclusione di Fabris D. a lato. All'11' sugli sviluppi di un out di Sammartini la sfera giunge a Menichini, sponda per Podgornik che da buona posizione viene anticipato. Al 21' la punizione di Capellari attraversa la barriera arrivando tra le braccia di Gon. Al 26' il Sistiana Sesljan si riporta in vantaggio, Sammartini dal fondo mette in mezzo per Cannone che trova l'angolino per battere il portiere, 2-1. Neanche il tempo di festeggiare il vantaggio del Sistiana che il Tolmezzo, alla ripresa del gioco, trova di nuovo il pareggio, la punizione sulla 3/4 di Brovedan si infila in rete, 2-2. Al 32' il Sistiana continua a spingere, due occasioni ghiotte per Cannone, nella prima mette a lato, poi di testa, su azione d'angolo, scheggia la traversa. La gara rimane in bilico fino al 42' quando il Tolmezzo tarpa le ali al Sistiana portandosi in vantaggio con Micelli che vince un contrasto e in mischia deposita in rete, 2-3. Negli ultimi sono vani i tentativi del Sistiana di riagguantare il pareggio ma il risultato, dopo tre minuti di recupero, rimane fermo sul 2-3 finale. Con il Sistiana salvo questi i verdetti finali: ai Play-Off la Juventina accede direttamente alla finale dove attende l'esito di Primorje-I.S.M. Gradisca; Play-Out Trieste Calcio-Aurora e Tracentina e Fulgor, da queste due gare usciranno le formazioni salve e quelle che retrocederanno in Prima assieme al Vesna.

Domenica, 29 Aprile 2018 17:09

ALLA PARI CONTRO I PIU’ FORTI

Scritto da

TOLMEZZO CARNIA – PRO GORIZIA 0-2

GOL: al 9’ Hoti (rig.); nella ripresa al 35’ Bozic.

TOLMEZZO CARNIA: Di Giusto, Daniele Faleschini (41’st Nassivera), Gabriele Faleschini, Capellari, Michele Rovere, Migotti, Madi (26’st Samuel Micelli), Stefano Fabris (20’st Ajello), Polettini (29’st Ciotola), Giacomo Micelli, Zuliani. A disposizione Colonna, Brovedan e Cristofoli. Allenatore Ivan Veritti.

PRO GORIZIA: Maurig, Andrea Cantarutti, Luca Cantarutti (5’st Manfreda), Cerne, Klun, Luca Piscopo, Zejnuni (24’st Pussi), De Baronio (37’pt Degano), Bozic (43’st Pillon), Marco Piscopo, Hoti (5’st Franciolli). A disposizione Zanier e Bernot. Allenatore Enrico Coceani.

ARBITRO: Luca Raccampo di Pordenone.

NOTE: ammoniti Di Giusto, Andrea Cantarutti. Espulsi Michele Rovere al 25’pt e Luca Piscopo al 13’st per due entrate pericolose. Calci d’angolo 13-3. Recupero 4’-5’.

Tolmezzo, 29 aprile 2018 –  Un calcio di rigore ad inizio partita ed una disattenzione difensiva condannano il Tolmezzo Carnia alla terza sconfitta consecutiva nei confronti di un cinico Pro Gorizia in una partita di fine stagione che di “fine stagione” ha avuto ben poco.

Passano solo 9’ di gioco e gli ospiti si ritrovano già in vantaggio: lancio lungo ed Hoti nel tentativo di dribblare il portiere viene atterrato dall’estremo difensore e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso attaccante che non sbaglia. Il Pro Gorizia continua a macinare gioco ed al 14’ arriva al tiro con De Baronio che non trova la porta mentre al 15’ è Hoti a concludere tra la braccia di Di Giusto. A metà della prima frazione ecco l’episodio che può cambiare la partita e mettere sempre più in discesa la gara del Pro Gorizia. Michele Rovere entra male su un giocatore avversari e si prende il cartellino rosso tra le proteste dei compagni di squadra. Al 32’ si vede per la prima volta il Tolmezzo in avanti ma il tiro di Zuliani, dopo un’azione assai confusa, termina la propria corsa sulla traversa. Al 41’ Madi si fa respingere il suo tiro sul primo palo dal portiere. È l’ultima occasione di questo primo tempo che ha visto anche il Tolmezzo protestare per due rigori non dati (un fallo di mano e un atterramento di Giacomo Micelli).

Nella ripresa il ritmo cala a causa del gran caldo. Al 13’ le due formazioni tornano in parità numerica. Ad uscire anzitempo dal terreno di gioco è Andrea Cantarutti reo di aver colpito Madi con un calcio al volto nel tentativo di anticiparlo. Succede poco o nulla fino al 34’ quando Giacomo Micelli fa tutto bene ma trova la deviazione decisiva in Maurig. Passa solo 1’ e sul ribaltamento di fronte il Pro Gorizia raddoppia con Bozic lasciato colpevolmente solo dalla difesa carnica. Al 41’ il nuovo entrato Samuel Micelli mette in mezzo un ottimo pallone ma non trova nessuno pronto all’appuntamento con il gol ed al 49’ Giacomo Micelli si gira bene ma è ancora la traversa a dire di no per una sconfitta che brucia per com’è arrivata perché si è giocato alla pari contro i più forti senza dimenticare le due traverse che con un po’ più di fortuna si potevano trasformare in qualcosa di più. La gioventù ogni tanto paga ma è il serbatoio per un futuro che può essere più roseo che mai.

PRO ROMANS - TOLMEZZO 2-1 (p.t. 0-1)
Gol: p.t. Davide Fabris (rig.) al 23'; s.t. Verrillo al 36' e Selva al 42'.
PRO ROMANS MEDEA: Sorci, Beltrame, Tomasin, Caruso, Favaro, Marcuzzo (18' s.t. Selva), Pelos (9' s.t. Milanese), Campaore, Grion (12' s.t. Bregant), Buttignaschi, Verrillo; a disposizione Franco, Boaro, Milanese, Godeas. Allenatore Gianni Tomizza.
TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Michele, Fabris Davide, Madi (40' s.t. Micelli Samuel), Zuliani (21' s.t. Ajello), Migotti (33' s.t. Zancanaro), Micelli Giacomo, Ciotola (21' s.t. Polettini); a disposizione Colonna, Nassivera, Brovedan. Allenatore Ivan Veritti.
Arbitro: Lorenzo Biondini della Sezione di Trieste (assistenti Diego Sokolic e Martina Zonta di Trieste)
Note: ammoniti Beltrame, Caruso (22' p.t.), Favaro, Bregant, Selva (42' s.t.), Fabris (30' s.t.), Migotti (33' s.t.) e Simonelli (50' s.t.); calci d'angolo 5 a 1 per la Pro Romans; recuperi 1' e 5'.
Romans d'Isonzo, 25 aprile 2018. Festa della Liberazione amara per mister Veritti e la sua squadra che, pur avendo dominato (se il primo tempo si chiudeva sul tre a zero a favore del Tolmezzo ... non c'era nulla da dire!) per larghi tratti la partita, escono dal campo sconfitti, facendosi alla fine sfuggire i tre punti per continuare a coltivare il sogno play-off. Nel primo tempo i locali "non hanno visto palla", come commento da un dirigente della Pro, e la squadra tolmezzina, oltre al gol di Fabris su rigore (concesso per l'atterramento in area di Madi, da parte di Caruso), ha colpito un clamoroso palo interno al 20' con lo stesso Madi, ha fallito, sempre con l'indiavolato Madi, almeno un altro paio di occasioni subito prima e subito dopo il palo di cui sopra e ha avuto sui piedi di Zuliani, al 36', e di Micelli, al 40', altre due palle buone per raddoppiare. Questo senza contare le altre "situazioni" favorevoli non finalizzate e il fallo di mano in area di Caruso (dopo soli quattro minuti di gara) sul quale l'arbitro ha "sorvolato". Ad inizio ripresa, su una disattenzione difensiva (fuorigioco?), Verrillo si è trovato a tu per tu con Simonelli, calciando però sul fondo. Ha ripreso poi quota il Tolmezzo e, al 16', Ciotola viene atterrato poco fuori area; la successiva punizione di Fabris viene deviata in corner da Sorci. Al 26' Madi viene "pescato" da Polettini libero al limite dell'area piccola e colpisce di testa, con palla che termina sul fondo. Giungiamo al 36' quando, su azione da rimessa laterale (che poteva essere evitata da Simonelli!), i padroni di casa trovano (con il pallone che naviga al limite dell'area piccola senza trovare il piede "deciso" al rinvio) il gol del pareggio con Verrillo, appostato fronte secondo palo. Passano solo otto minuti e, in contropiede, arriva addirittura con Selva l'insperato gol della vittoria per i padroni di casa, che con i tre punti odierni si avvicinano alla salvezza.

TOLMEZZO CARNIA – PRIMORJE 0-1

GOL: nella ripresa al 26’ Sain.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Michele Rovere (43’st Cristofoli), Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere (35’st Daniele Faleschini), Davide Fabris, Madi (39’st Ciotola), Stefano Fabris, Migotti (26’st Zuliani), Micelli, Ajello. A disposizione Colonna, Nassivera e Polettini. Allenatore Ivan Veritti.

PRIMORIE: Modesti, Benvenuto, Millo, Gerbini, Tomizza, Tonini, Miot, Semani, Sain, Lombardi, Casseler (1’st Metullio). A disposizione Gita, Krasniqi, Lo Perfido, Janjic, Herlinger e Quniqi. Allenatore Riccardo Allegretti.

ARBITRO: Filippo Plotti del Basso Friuli.

NOTE: ammoniti Simonelli, Capellari, Federico Rovere, Stefano Fabris, Tomizza e Metullio. Espulso Lo Perfido dalla panchina. Calci d’angolo 6-2. Recupero 1’-5’.

Tolmezzo, 22 Aprile 2018 – Un ottimo Tolmezzo perde contro il Primorje gara e, forse, anche definitivamente il treno play-off, distanti solo due punti sì ma sono otto quelli che distanziano la squadra carnica dal secondo posto attualmente occupato proprio dal Primorje.

In un pomeriggio caratterizzato dal fortissimo vento la formazione di casa prova a farsi subito vedere con Ajello che, dopo un rimpallo favorevole, si ritrova la palla tra i piedi ma si fa respingere il tiro a colpo sicuro da un difensore. Al 13’ è il Primorje ad essere pericoloso con un calcio di punizione respinto a terra da Simonelli. Non succede più niente fino al 31’ quando Madi viene messo in condizione di rifinire per Gabriele Faleschini che, però, trova un difensore sulla sua strada. La sfera prende la direzione di Stefano Fabris che ha lo stesso esito del suo compagno di squadra.

La ripresa è più vivace della prima frazione di gioco e si apre con un pallone perso a metà campo dagli ospiti; Micelli serve di prima intenzione Madi che, dopo un bel dribbling, calcia la palla sul palo a portiere immobile. 5’ dopo Micelli viene lanciato in campo aperto e viene steso da Tomizza sulla tre quarti ospite con la porta davanti. L’incerto arbitro Plotti “sventola” solo il cartellino giallo al difensore tra le proteste carniche. Al 9’ una punizione di Migotti si trasforma nella goffa respinta di Modesti e nell’opportunismo di Madi ma la rete viene annullata per un più che dubbio fuorigioco. Il Primorje si fa vedere solo al 14’ con un colpo di testa alto di Semani. Il Tolmezzo Carnia sembra avere la partita in pugno rischiando il minimo fino al 26’ quando un’azione d’attacco si trasforma in un contropiede avversario. Lombardi in velocità mette in crisi tutto il reparto arretrato rosso-blu e serve Sean che non deve far altro che trafiggere Simonelli. Gli ospiti sono bravi a gestire il finale senza mai far tirare in porta in modo pulito gli avversari. Nel recupero viene espulso Lo Perfido mentre si stava scaldando a ridosso del terreno di gioco per aver “ostruito” la battuta di un corner.

TOLMEZZO - TRIESTE CALCIO 1-1 (p.t. 0-1)
Gol: p.t. Cus al 39'; s.t. Davide Fabris al 20'.
TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele (35' s.t. Nassivera), Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Michele, Fabris Davide, Madi, Zuliani (22' s.t. Ajello), Migotti (40' s.t. Ciotola), Micelli, Polettini (31' s.t. Cristofoli); a disposizione Baron, Fabris Stefano, Brovedan. Allenatore Ivan Veritti
TRIESTE CALCIO: Donno, Pelengic, Vouk, Gajcanin, Muccio Crasso, Vascotto, Cus (40' s.t. Abdulai), De Luca, Paliaga (46' s.t. Franceschin), Davanzo, Mihailovich (8' s.t. Icardi); a disposizione Carboncich, Ghedini. Allenatore Ruggiero Calò
Arbitro: Michele Piccolo della Sezione di Pordenone (assistenti Alberto Beltrame di Udine e Anna Bearzotti del Basso Friuli.
Note: ammonito Donno, per perdita di tempo (25' s.t.); espulsi Gajcanin, per espressioni ingiuriose nei confronti dell'arbitro (21' p.t.), Vouk, per fallo da tergo (37' s.t.) e Donno, per proteste (45' s.t.); allontanati per proteste al 45' s.t. mister Calò e l'accompagnatore del TS Calcio sig. Camassa; calci d'angolo 6 a 0 per il Tolmezzo; recuperi 2' e 5'.

Tolmezzo, 14 aprile 2018. Oggi abbiamo letteralmente buttato al vento due preziosi punti nella corsa per i play-off ma, come dice mister Veritti, "la partita non è la guerra, una battaglia andata meno bene non deve toglierci la convinzione...." e pertanto dobbiamo continuare a crederci e lottare fino in fondo.  Non è stata certo una bella partita quella disputatasi oggi sul perfetto rettangolo verde dello Stadio di Tolmezzo, e il Tolmezzo ha fatto la sua buona parte nel rendere lo spettacolo non esaltante. Contro una squadra bisognosa di punti, ridotta in dieci dopo venti minuti di gara (e, negli ultimi minuti della partita, dapprima in nove e poi in otto), troppi sono stati gli errori grossolani, sia in fase difensiva che in fase di impostazione e nei tentativi di finalizzazione. Proprio per uno di questi errori, dopo tre minuti, la squadra triestina ha la prima ghiotta occasione per passare in vantaggio: un retropassaggio corto di Capellari per Simonelli si trasforma in un assist per Paljaga che, forse sorpreso, calcia senza convinzione, e il pallone è preda di Simonelli. Subito dopo il quarto d'ora una combinazione sulla destra tra Polettini e Daniele Faleschini produce una palla al centro per Madi che, all'altezza dell'area piccola, manca il pallone per un soffio. Al 20' Madi riceve palla in area, viene trattenuto per la maglia ma continua la sua corsa e, pur sbilanciato, tira colpendo il palo alla destra di Donno. Poco dopo rimaniamo in superiorità numerica per l'espulsione del capitano del Trieste calcio, ma non ne sapiamo approfittare. Al 35' Micelli si "prepara" bene il pallone ma poi calcia malamente sopra la traversa. Quattro minuti dopo la squadra ospite passa in vantaggio: rimessa laterale (incertezza sulla relativa paternità) con immediato cambio di gioco e lancio lungo per Cus che, liberissimo, supera con facilità Simonelli; nell'occasione non immune da colpe la difesa tolmezzina. Al 42' Zuliani si procura un'ottima occasione, ma il suo tiro conclusivo è centrale e viene ribattuto dal portiere. Sul ribaltamento di fronte ancora una palla gol per il Trieste calcio, che "pesca" libero Mihailovich, la cui conclusione termina sul fondo. Nel secondo tempo la partita la fa solo il Tolmezzo, che deve però aspettare il 20' per trovare la rete del pareggio: su calcio d'angolo battuto corto la palla arriva, appena fuori area, a Davide Fabris, che ha tutto il tempo per sistemarsela e calciare, battendo l'incolpevole Donno. Fioccano le occasioni: alla mezz'ora un tiro di Polettini, destinato in rete, viene deviato sopra la traversa da un difensore; al 34', su azione da calcio d'angolo, Madi di testa spedisce alto da ottima posizione e, poco dopo, Cristofoli non trova il tempo giusto per battere a rete. Fine gara concitato: al 37' l'arbitro espelle Vouk per aver impedito una ripartenza tolmezzina con un fallo da dietro e al 45', non esattamente d'accordo sull'operato della terna arbitrale, vengono allontanati l'allenatore e l'accompagnatore della squadra triestina. Nel "dialogo" si "intromette" anche il portiere Donno, e anche lui viene espulso dal campo; nel complesso il gioco rimane sospeso per circa tre minuti e, alla ripresa, l'arbitro assegna cinque minuti di recupero, ridotti peraltro a soli tre minuti effettivi. Proprio nell'ultimo di questi minuti Micelli ha sulla testa la palla buona per vincere la partita ma, a mezzo metro dalla linea di porta, spedisce alto sulla traversa. Peccato! Abbiamo perso una buona occasione per avvicinare i play off, ma il Trieste Calcio, disputando la sua onesta partita, nulla ha rubato.

FULGOR - TOLMEZZO 1-1 (p.t. 1-1)
Gol: p.t. Federico Rovere al 2' e Gonzales al 20'.
FULGOR: Larocca, Merlino, Stefanutti (27' s.t. Bertuzzi), Cucchiaro, Iussa, Gallinelli, Colosetti, Chicco, Gonzales, Scalzo, Bardus (17' s.t. Poti); a disposizione Zanor, Bon, Di Florio, Buttignol. Allenatore Antonio Geissa
TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Nassivera (39' s.t. Faleschini Daniele), Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi, Fabris Stefano (20' s.t. Ciotola), Migotti, Zuliani (25' s.t. Cristofoli), Ajello (39' s.t. Zancanaro); a disposizione Polettini e Rovere Michele. Allenatore Ivan Veritti
Arbitro: Nenad Radovanovic della Sezione di Maniago (assistenti Mattia Cristiano di Pordenone e Davide Petralia di Maniago).
Note: ammonito Federico Rovere (43' p.t.); espulso Federico Rovere (46' s.t. per seconda ammonizione); calci d'angolo 2 a 1 per il Tolmezzo; recupero 0' e 4'.
Godia (Udine), 8 aprile 2018. Cominciamo dal commento sulla partita "estratto" dal sito internet "www.friuligol.it": "sabbie mobili dalle quali non riesce ad uscirne il Fulgor costretto alla spartizione della posta da un tosto Tolmezzo al quale i tre punti necessitavano per non scendere dalla carrozze play-off. Col pareggio per 1-1 (a segno Gonzalez per gli udinesi e Federico Rovere per i carnici) ci rimettono forse entrambe". Ecco, quello visto a Godia oggi non è stato solo "un tosto Tolmezzo", ma anche un Tolmezzo piuttosto bello, a tratti spettacolare, ed anche un Tolmezzo a volte ingenuo e parecchio sfortunato. Nel complesso il pari finale è risultato che comunque calza molto stretto alla squadra di Veritti. La partita era anche iniziata nel migliore dei modi! La gara è infatti da poco cominciata e un tiro dalla distanza di Migotti viene rimpallato da un difensore e finisce in corner. Dalla bandierina batte Faleschini che trova Rovere, sul primo palo,  pronto a "cacciarla" dentro, per il vantaggio tolmezzino. Al quarto d'ora l'esultanza per il gol del 2 a 0 (colpo di testa di Ajello) viene spezzata dal fischio dell'arbitro, che sancisce un improbabile fuorigioco e non convalida. Al 19' un buon tiro da fuori area di Zuliani viene parato in due tempi dal portiere di casa. Dalla parte opposta del campo un'ingenuità difensiva concede una rimessa laterale dall'altezza del dischetto del rigore, rimessa battuta velocemente dalla Fulgor che "sorprende" la difesa tolmezzina; rinvio corto di Faleschini con palla che giunge a Gonzales, lesto a ribatterla in rete per l'uno a uno. E' il momento migliore della Fulgor che, al 26', va ancora vicino al gol con Bardus che si libera bene ma, dal limite dell'area, calcia alto. Passano due minuti e Migotti va in gol: ancora una volta l'arbitro (su segnalazione del guardialinee) annulla per fuorigioco, anche questa volto alquanto dubbio (nell'occasione, sul lancio dal centrocampo, probabilmente in fuorigioco c'è Zuliani). Al 35' viene lanciato Madi, ma il suo tiro da posizione  decentrata viene parato a terra da Larocca. Un minuto dopo ancora Madi in evidenza, ma la sua acrobatica rovesciata termina sul fondo. Al 43' Rovere rimedia la prima ammonizione della gara per un fallo su Gonzales; sul prosieguo del successivo calcio di punizione è Simonelli, sul tiro ravvicinato di Gonzales, a metterci del suo risolvendo la pericolosa situazione.
Anche nella ripresa è il Tolmezzo a dettare i tempi del gioco ed a creare le migliori occasioni. All'8' Zuliani colpisce un palo clamoroso, con pallone che percorre tutta la linea di porta prima di rientrare in campo e con Stefano Fabris che prosegue poi l'azione senza riuscire a finalizzare. Due minuti dopo Ajello calcia dalla distanza, con palla che sembra sorprendere il portiere udinese ma termina sul fondo. Al quarto d'ora una gran percussione di Madi sulla sinistra viene "salvata" da Merlino, che libera dall'area piccola. Al 19' terzo gol annullato della gara, per fallo sul portiere ad opera di Madi (questa volta l'annullamento ci sta!) che ribadisce in rete una punizione di Davide Fabris non trattenuta dal numero uno udinese. Al 23' una palla dentro di Faleschini viene svirgolata dall'ex Alessandro Cucchiaro e parata a terra da Larocca. Alla mezz'ora gran lavoro di Ciotola, con tanto di "veronica" nell'area di rigore avversaria, che alla fine calcia troppo debolmente per impensierire il portiere della Fulgor. Il gol proprio "non vuole arrivare" ed anzi, su ripartenza, Poti e Gonzales si rendono pericolosi in un paio di occasioni. La partita volge al termine, siamo nel recupero, e Rovere "deve" nuovamente far fallo su Gonzales; l'arbitro estrae il secondo "giallo" e quindi il "rosso", e Federico deve lasciare anzitempo il campo. La successiva punizione, calciata da Chicco al 47', termina sul fondo. Ultimi tentativi infruttuosi di Ciotola & compagni, e la gara termina in parità.

Pagina 1 di 25
UA-54400219-1