CLASSIFICA
NOTIZIE
Team
Points
1 Pro Gorizia 29
2 Primorje 26
3 Pro Cervignano M. 23
4 ISM Gradisca 23
5 Valnatisone 22
6 Juventina S.Andrea 22
7 Tolmezzo Carnia 21
8 Costalunga 19
9 Sistiana Sesljan 16
10 Zaule Rabuiese 16
11 Pro Romans Medea 16
12 Trieste Calcio 14
13 Tarcentina 13
14 Vesna 10
15 Fulgor 9
16 Aurora Buonaquisto 8
ULTIMO TURNO
03-12-2017
 
Tolmezzo Carnia 3 : 1 Pro Romans Medea
PROSSIMO TURNO
17-12-2017
 
Tolmezzo Carnia - Sistiana Sesljan
ALTRE NOTIZIE
IMMAGINI
Facebook Image
NEWS PRIMO PIANO

NEWS PRIMO PIANO (315)

Domenica, 10 Dicembre 2017 23:19

PROMOZIONE: A GORIZIA PUNITI OLTRE I DEMERITI

Scritto da

Campionato di Promozione (14^ giornata di andata)

PRO GORIZIA – TOLMEZZO 3-1 (p.t. 1-0)

Gol: p.t. Predan al 33’; s.t. Hoti al 1’, Micelli al 17’, Hoti al 17’

PRO GORIZIA: Zanier, Cantarutti Andrea (47’ s.t. Toso), Iansig, Cerne (44’ s.t. Degano), Bolzicco, Klun, De Baronio, Manfreda, Predan, Hoti (27’ s.t. Zejnuni), Pussi (38’ s.t. Cantarutti Luca); a disposizione Agostinis, Piscopo, Bozic. Allenatore Enrico Coceani

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi (40’ s.t. Ciotola), Fabris Stefano (42’ s.t. Vidotti), Cristofoli (22’ p.t. Polettini), Micelli (43’ s.t. Picco), Cimenti (8’ s.t. Ajello); a disposizione Di Giusto e Nassivera. Allenatore Ivan Veritti

Arbitro: Davide Santarossa della Sezione di Pordenone (Assistenti Davide Copat di Pordenone e Matteo Vindigni del Basso Friuli)

Note: ammoniti Cerne (26’ p.t.), Cantaruti Andrea (44’ p.t.), Bolzicco (45’ s.t.) e Davide Fabris (48’ s.t.); calci d’angolo 9 a 6 per la Pro Gorizia; recuperi 2’ e 3’+1’.

Gorizia, 10 dicembre 2017. Usciamo sconfitti dal rinnovato Stadio Campagnuzza, intitolato a Enzo Bearzot, ma non ne usciamo ridimensionati. Al cospetto della capolista (squadra costruita per il salto di categoria) la squadra di mister Veritti non ha affatto sfigurato, venendo oltremodo punita per gli errori commessi (e senza essere stata altrettanto cinica nell’approfittare degli errori altrui). Prima mezz’ora di gara sotto controllo da parte del Tolmezzo, che non rischia nulla o quasi cercando di supplire con l’intensità alla maggior prestanza fisica dell’avversario (purtroppo al 22’ Cristofoli è costretto ad abbandonare il campo per un infortunio alla caviglia, sostituito da Polettini). Al primo “errore” veniamo però puniti: siamo al 33’, Stefano Fabris stoppa lungo un pallone al limite dell’area invitando Predan al gran tiro dal limite, con palla che si infila all’incrocio dei pali alla sinistra di un esterrefatto Simonelli. Poco dopo ci sarebbe un rigore per noi, per evidente fallo di mano in area di un difensore goriziano, ma l’arbitro, probabilmente coperto, lascia giocare. Al 43’ Madi viene lanciato in contropiede e si trova in situazione di “uno contro uno” con Andrea Cantarutti, che lo ferma fallosamente (e viene “solo” ammonito!) poco oltre la linea di centrocampo. Al 46’ abbiamo la più grande palla gol del primo tempo, ma Madi, favorito dallo scivolone di un difensore di casa, calcia sul fondo da ottima posizione. Inizia la ripresa e, neanche il tempo di far partire il cronometro, ci troviamo sotto di due gol. L’ottimo Hoti approfitta di un attimo di indecisione collettiva della nostra difesa, forse per un mezzo fallo subito a centro campo da Daniele Faleschini, che rimane a terra dolorante, e dalla sinistra si incunea in area, battendo Simonelli con un tiro che sbatte all’interno del secondo palo e si infila in rete. Poco dopo anche Cimenti è costretto a dare forfait, per un risentimento muscolare, e gli subentra Ajello. Arriviamo al 16’ e, per uno dei tanti calci di punizione a nostro favore, si presenta Capellari che costringe Zanier ad una difficile deviazione in angolo; è il preludio al gol che riapre la gara: corner di Madi e perentorio colpo di testa di Micelli, con pallone che si infila in rete per l’uno a due. Neanche il tempo di gioire e le reti di differenza ridiventano due, per un gol fotocopia di quello del primo minuto (ma sul versante destro del campo) ad opere del solito Hoti. Si susseguono le azioni pericolose e, al 18’, Daniele Faleschini mette un gran pallone in area per il taglio di Madi, che incrocia poco il tiro, deviato in corner dal portiere goriziano. Un minuto dopo è Davide Fabris a cercare la via della rete, ma la sua conclusione, deviata da un difensore, sbatte sul palo esterno alla sinistra di Zanier e finisce sul fondo. Passano i minuti e la rete che potrebbe nuovamente riaprire la gara non arriva ... è anzi la squadra di casa ad andare ancora vicina al gol nei minuti di recupero, ma la conclusione di Predan non centra lo specchio della porta.

 

Domenica, 03 Dicembre 2017 17:56

TANTA SOFFERENZA MA ALLA FINE I TRE PUNTI.

Scritto da

TOLMEZZO CARNIA – PRO ROMANS MEDEA 3-1

GOL: all’11’ Capellari; nella ripresa al 30’ Boaro, al 32’ Daniele Faleschini ed al 38’ Micelli.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini (41’st Ajello), Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Madi, Stefano Fabris, Cristofoli (44’st Polettini), Micelli, Cimenti (34’st Vidotti). A disposizione Di Giusto, Nassivera, Picco, Floreani. Allenatore Ivan Veritti.

PRO ROMANS MEDEA: Sorci, Tomasin, Beltrame, Caruso, Favaro, Marcuzzo, Pelos (29’st Piras), Compaore, Selva (12’st Azzani), Buttignaschi (40’st Fontana), Boaro (40’st Milanese). A disposizione Franco, Monnels, Grion. Allenatore Thomas Buso.

ARBITRO: Simone Gambin di Udine.

NOTE: ammonito Cimenti. Espulso Favaro per doppia ammonizione. Calci d’angolo 2-2. Recupero 2’-6’.

Tolmezzo, 3 dicembre 2017 – Dopo ben 6’ di recupero, il fischio finale del Signor Gambin della sezione di Udine è come una liberazione. Una liberazione dalla sofferenza di una partita più complicata del previsto che ha visto il Tolmezzo imporsi su una buona Pro Romans che è andata vicinissima al colpaccio. Ma alla fine per la formazione di mister Ivan Veritti sono arrivati tre punti fondamentali che mantengono la squadra poco sotto la zona play-off. Pronti via ed il Tolmezzo fa capire agli ospiti che per fare punti in Carnia bisogna sudare. Al 3’ sulla sponda di Cristofoli, Micelli, al volo, calcia male e al 6’ Stefano Fabris impegna il portiere avversario che blocca il pallone in due tempi. Due fiammate che possono essere considerate l’antipasto del gol che arriva puntualmente all’11’. Davide Fabris dal limite dell’area di rigore calcia una punizione con il contagiri che trova Capellari sul secondo palo che di testa batte a rete. La Pro Romans si vede per la prima volta dalle parti di Simonelli al 15’ però il tiro di Boaro è troppo debole. Tra il 20’ ed il 27’ due contropiedi dei giallorossi ospiti fanno infuriare l'allenatore di casa. Nel primo Selva riceve palla dalla destra ma non è lesto a controllare la sfera e l’azione sfuma mentre nel secondo Buttignaschi a tu per tu con Simonelli calcia incredibilmente a lato. Al 31’ Madi vince un rimpallo e di sinistro incrocia mancando la porta di pochissimo.

Nella ripresa gli ospiti provano ad alzare il baricentro ma è Sorci ad intervenire su un bel colpo di testa di Rovere deviato da un difensore. Al 17’ Rovere dall’altra parte si trasforma in portiere respingendo sulla linea di porta il tiro di Caruso a colpo sicuro ed 1’ dopo, sul proseguo dell’azione, la Pro Romans trova il sospirato pari ma il direttore di casa ferma tutto per fuorigioco. Al 22’ Davide Fabris non trova la porta su calcio di punizione mentre al 25’ il Tolmezzo va vicinissimo al raddoppio: Madi arriva sul fondo palla al piede e sul suo cross trova Cristofoli che non riesce a girare in porta. Palla ancora sui piedi del numero 7 di casa che questa volta trova smarcato Stefano Fabris il cui tiro batte l‘estremo difensore ospite ma non un difensore corso in soccorso del proprio portiere. Al 27’ è Cimenti ad impegnare a terra Sorci su assist di uno scatenato Madi ed al 28’ Micelli gira la palla sopra la traversa. Passano solo 2’ e, come un fulmine a ciel sereno, la Pro Romans giunge ad un pareggio ormai insperato. Il merito è tutto di Boaro che si trova nel osto giusto al momento giusto e non deve far altro che spingere la palla in rete. Passano altri 2’ ed il Tolmezzo ritrova il vantaggio. Madi crossa di sinistro alla perfezione e Sorci prima fa un miracolo ma poi non può niente sul tap-in vincente di Daniele Faleschini. Dopo un tiro di Micelli ampiamente alto, al 38’ è la stessa mezz’ala carnica, lanciato a rete da un grandissimo assist di Cristofoli, a chiudere la partita per una vittoria importantissima per il proseguo del campionato.

Campionato di Promozione (12^ di andata)

PRIMORJE – TOLMEZZO 1-0 (p.t. 0-0)

Gol: s.t. Miot al 31’.

PRIMORJE F.C.: Modesti, Casseler, Castellano, Gerbini, Miot (39’ s.t. Lapaine), Benvenuto, Lizzul (1’ s.t. Tonini), Lo Perfido (14’ s.t. Zubin), Danieli, Girardini (26’ s.t. Millo), Metullio (19’ s.t. Lombardi); a disposizione Bossi, Janjic. Allenatore Davide Ravalico.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Nassivera, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi (42’ s.t. Picco), Fabris Stefano (36’ s.t. Ajello), Cristofoli (26’ s.t. Cimenti), Micelli, Polettini (19’ s.t. Floreani); a disposizione Di Giusto, Vidotti, Faleschini Gabriele. Allenatore Ivan Veritti.

Arbitro: Filippo Okret della Sezione di Monfalcone (Assistenti Marco Munitello e Daniele Salvidella Sezione di Monfalcone).

Note: ammoniti Lo Perfido (23’ p.t.), Benvenuto (38’ s.t.) e Tonini (40’ s.t.); calci d’angolo 6 a 2 per il Primorje; recuperi 0’ e 5’.

Prosecco, 26 novembre 2017. Lasciamo il campo (buon sintetico!) di Prosecco di Trieste con il carniere vuoto e con tanti rimpianti. Contro la prima della classe per oltre sessanta dei novantacinque minuti di gara la partita l’ha fatta il Tolmezzo, ma non è bastato, le tante occasioni (due nettissime) non sono state concretizzate, mentre il Primorje ha cinicamente finalizzato un’opportunità (una delle poche) da palla inattiva! Partita condizionata da una gelida Bora, che nel primo tempo ha soffiato a favore (si fa per dire, difficilissimo dosare i passaggi) del Tolmezzo e nel secondo ha “sospinto” i palloni della squadra di casa. Dopo una prima, breve, fase di studio, un aggressivo Tolmezzo prende le redini del gioco e, dopo un paio di conclusioni, di Madi e Polettini, troppo deboli per impensierire Modesti, la prima vera palla-gol transita al 20’ sui piedi di Madi che, solo davanti al portiere, incrocia di sinistro fallendo di una ventina di centimetri il bersaglio. Un minuto dopo è Metullio che, favorito da un rimpallo, arriva nei pressi della nostra area, concludendo peraltro abbondantemente a lato della porta difesa da Simonelli. I tolmezzini giungono spesso al limite dell’area del Primorje ma, o per errori nell’ultimo passaggio, o per falli dei difensori/centrocampisti della squadra di casa sui portatori di palla, raramente le azioni trovano una conclusione degna di questo nome. Da segnalare, al 27’, una potente punizione di Davide Fabris (da buona posizione) respinta con i pugni da Modesti. Rare invece le occasioni nelle quali la squadra triestina si presenta nella metà campo tolmezzina. Nella ripresa la squadra di casa alza il ritmo del gioco e il suo baricentro, trovando le conclusioni (entrambe alte sulla traversa) al 12’ con Lo Perfido e al 15’, su azione da calcio d’angolo, con Miot. Subito dopo la mezz’ora giunge il gol-partita del Primorje: perfetto calcio d’angolo dalla destra sul quale Miot, con un perentorio terzo tempo, trova il colpo di testa vincente. La squadra di Veritti non ci sta e prova a raggiungere almeno il pareggio, al quale va vicino soprattutto nei minuti finali. Al 48’ una punizione dalla trequarti del “solito” Davide Fabris trova, sotto porta, la bella girata al volo di Micelli, che termina sul fondo. Un minuto dopo un gran lancio di Federico Rovere attraversa tutto il campo, “trovando” il lanciato Picco che conclude calciando sul fondo (complice il vento?), fallendo così l’ultima opportunità.

Riporto qui le significative parole del mister del Primorje Davide Ravalico, rilasciate a fine gara: “risultato, come avrete visto, vittoria di uno a zero per la mia squadra, con gol di Miot, contro il Tolmezzo. Ma oggi ho poca voglia di parlare, anche perché mi reputo una persona sportiva. Oggi la squadra del Tolmezzo è stata una squadra che ha giocato molto bene, direi che hanno fatto loro la partita, hanno avuto sempre loro tutte le occasioni e sono stati più concreti, più cattivi, hanno fatto una grandissima prestazione. Purtroppo vengono via da Prosecco con uno 0 a 1, 26 punti in classifica io, 18 loro, ne riparleremo alla fine del campionato, comunque, e non aggiungo altro. Migliore in campo: direi il Tolmezzo, una grandissima squadra!”

 

 

Domenica, 19 Novembre 2017 22:19

PROMOZIONE: TRE PUNTI D’ORO COL TRIESTE CALCIO

Scritto da

TRIESTE CALCIO – TOLMEZZO 0-1 (p.t. 0-0)

Gol: s.t. Davide Fabris al 5’

TRIESTE CALCIO: Farci, Vascotto (17’ s.t. Abdulai), Vouk, Cataruzza (28’ s.t. Gelsi), Crosato, Muccio Crasso, De Luca (17’ s.t. Ghedini), Gajcanin (41’ s.t. Carboncich), Paliaga, Pelengic, Cus; a disposizione Franceschin e Davanzo. Allenatore Ruggiero Calò

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Michele (38’ p.t. Nassivera), Fabris Davide, Madi, Fabris Stefano (30’ s.t. Vidotti), Cristofoli (41’ s.t. Candotti), Micelli (34’ s.t. Polettini), Picco (24’ s.t. Ajello); a disposizione Di Giusto e Floreani. Allenatore Ivan Veritti.

Arbitro: Francesco Marri, della Sezione di Cormons (assistenti Matteo Vindigni e Marco Marino, della Sezione del Basso Friuli)

Note: ammoniti Micelli (30’ p.t.), De Luca (2’ s.t.), Gajacanin (25’ s.t.), Madi (36’ s.t.), Polettini (43’ s.t.); calci d’angolo 3 a 1 per il Trieste; recuperi 0’ e 4’.

Trieste, 19 novembre 2017. Alla fine i tre punti, che ci proiettano in zona play-off nella classifica del girone, sono arrivati, e questa è la cosa più importante. Ma non è stata una bella partita, con un primo tempo giocato veramente sottotono dalla truppa carnica, “sofferente” in difesa e capace di calciare verso la porta avversaria una sola volta, con una conclusione di Davide Fabris finita sopra la traversa. Si è peraltro “cercata” qualche buona combinazione, ma è mancato sempre il determinante ultimo passaggio. Da segnalare che, qualche minuto prima della fine del tempo, è dovuto uscire dal campo Michele Rovere (probabile stiramento per lui), sostituito da un sempre diligente Matteo Nassivera. Ad inizio ripresa si può subito notare una maggiore determinazione nell’undici tolmezzino, che già al 5’ passa in vantaggio. Il portiere triestino è “costretto” a toccare con le mani il pallone fuori area e ci concede una punizione, da ottima posizione, magistralmente trasformata in gol da Davide Fabris. Il resto del tempo vede un tutto sommato agevole controllo della gara da parte di Fabris e compagni, autori di qualche conclusione non particolarmente pericolosa, con Madi prima e Cristofoli poi, verso la porta avversaria, e bravi ad impedire tiri pericolosi verso la porta difesa da Simonelli. Così fino al 46’, quando un inspiegabile momento di smarrimento della difesa porta il n° 14 di casa Ghedini, libero sul secondo palo, a colpire di testa, a due metri dalla linea di porta, spedendo, per nostra fortuna, il pallone sul fondo. Nell’ultimo minuto di recupero, dei quattro concessi, ci sarebbe anche la possibilità di arrotondare il risultato, ma Candotti, al termine di un’ottima progressione di Polettini sulla fascia destra, non riesce a dare al pallone, crossato da quest’ultimo, la spinta necessaria ad indirizzarlo in rete.

 

Domenica, 12 Novembre 2017 19:21

BENTORNATA VITTORIA!

Scritto da

TOLMEZZO CARNIA – FULGOR 1-0

GOL:  al 14’ Madi.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini, Capellari, Michele Rovere, Davide Fabris, Madi, Stefano Fabris (39’st Ajello), Cristofoli (45’st Floreani), Micelli (29’st Polettini), Picco(20’st Cimenti). A disposizione Di Giusto, Nassivera, Vidotti. Allenatore Ivan Veritti.

FULGOR: Giorgiutti, Buttignol (22’st Merlino), Atta, Chicco, Cucchiaro, Gallinelli, Colosetti, Gonano, Poti, Scalzo, Gonzales. A disposizione Larocca, Iussa, Di Florio, Rigo. Allenatore Antonio Geissa.

ARBITRO: Fabio De Chirico di Udine.

NOTE: ammoniti Daniele Faleschini, Madi, Gallinelli, Gonano e Merlino. Calci d’angolo 7-4. Recupero 0’-4’.

Tolmezzo, 12 novembre 2017 –  Bentornata vittoria, una vittoria che in Carnia mancava da quasi due mesi. Due mesi in cui sono arrivati solo 3 pareggi ed altrettante sconfitte. Vittoria che è arrivata dopo una partita sofferta ma senza correre mai rischi di alcun genere.

Inizia la gara e dopo una fase di studio il Tolmezzo trova subito il vantaggio. È il 14’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo Madi si trova da solo a centro area e, con una semirovesciata stilisticamente perfetta batte il portiere avversario. Una rete che vale il costo del biglietto e che serve per sbloccare una partita che fin lì sembrava bloccata. Passano solo 2’ ed il Tolmezzo va vicinissimo al raddoppio: Madi, lanciato nello spazio, calcia di precisione ma il palo interno che colpisce non è amico dell’attaccante di casa che vede la sfera attraversare la porta ma senza mai oltrepassare la linea bianca. La Fulgor inizia a dare segnali di vita solo al 20’ ma il tiro di Chicco dalla distanza è senza pretese. Al 27’ una punizione dal vertice dell’area di casa mette in apprensione i difensori ma Simonelli è attentissimo mentre al 36’ Buttignol calcia fuori. Le sporadiche fiammate ospiti finiscono qui. Il Tolmezzo ricomincia a macinare gioco e ad andare ancora vicino alla rete della sicurezza. Questa volta è Micelli ad inserirsi ma il tiro deviato dal portiere viene salvato sulla linea. E lo stesso Micelli al tramonto della prima frazione di gioco mette la palla altissima da ottima posizione, senza dimenticare una punizione debole di Davide Fabris ed un tiro ben parato del solito Madi.

Nella ripresa la Fulgor alza il baricentro nel tentativo di trovare il pareggio ma nel primo quarto d’ora l’unica cosa che ricava è un cross pericolosissimo di Puti, due tiri a lato rispettivamente di Chicco e di Gonzales e una mischia a centro area con il pallone che, deviato, sfila a lato a Simonelli immobile. Sul successivo corner ecco spuntare la testa di Gonzales che non inquadra la porta di un soffio per la miglior occasione da gol ospite. Ospiti che con il passare del tempo calano e diventano sempre meno lucidi in fase offensiva. Al 27’ Gabriele Faleschini prende la mira e, da fuori area, calcia in porta ma trova sulla sua strada i guantoni di Giorgiutti. Tra il 40’ ed il 42’ doppia occasione per il Tolmezzo con protagonista assoluto Madi. Prima l’attaccante numero 7 mette in mezzo un pallone che, però, non trova nessuno all’appuntamento con la rete e poi si ritrova sul sinistro il colpo del ko ma non inquadra la porta.

E dopo quattro lunghissimi minuti di recupero il Tolmezzo Carnia può festeggiare la ritrovata vittoria che, oltre ai 3 punti in classifica, porta con sé tanto morale in vista dell’ insidiosissima trasferta di Trieste di domenica prossima.

Domenica, 05 Novembre 2017 21:48

PROMOZIONE: CHE MAZZATA CON LO ZAULE!

Scritto da

CAMPIONATO DI PROMOZIONE (9^ giornata di andata)

ZAULE – TOLMEZZO 3-0 (p.t. 1-0)

Gol: p.t. Mormile al 33’; s.t. Sgorbissa al 10’ e Chen al 27’.

ZAULE RABUIESE: Aiello Francesco, Zucca, Cepach, Di Sotto (46’ s.t. Cappai), Leiter, De Bernardi, Sgorbissa (22’ s.t. Lionetti), Marocco, Mormile (38’ s.t. Di Gregorio), Chen, Pepelko (43’ s.t. Aiello Federico); a disposizione Giugovaz, Doz, Bertocchi. Allenatore Euro Petagna

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Nassivera (34’ s.t. Cimenti), Fabris Davide, Madi, Fabris Stefano, Floreani (10’ s.t. Cristofoli), Micelli (37’ s.t. Vidotti), Picco; a disposizione Di Giusto, Rovere Michele, Ajello Roberto e Puppis. Allenatore Dario Cicutti.

Arbitro: Margaux Demeio della Sezione di Monfalcone (assistenti Daniele Salvi di Monfalcone e Matteo Aldrigo del Basso Friuli)

Note: ammoniti Aiello Francesco (45’ p.t.), Faleschini Daniele (19’ s.t.), Faleschini Gabriele (21’ s.t.), Micelli (22’ s.t.), Fabris Stefano (46’ s.t.); calci d’angolo 4 a 2 per il Tolmezzo; recuperi 2’ e 6’+1’.

Aquilinia, 5 novembre 2017. Seconda sconfitta in cinque giorni per la giovane truppa di Ivan Veritti (oggi “sostituito” in panchina dal D.S. Cicutti, per la squalifica di una settimana rimediata in seguito alla espulsione di mercoledì a Sant’Andrea). Ma, mentre sul risultato infrasettimanale ci poteva stare più di una recriminazione, la sconfitta di oggi è stata netta e meritata, con i padroni di casa che ci hanno messi in difficoltà, con la determinazione e l’aggressività (oltre che, naturalmente, con alcune individualità di ottimo spicco), nell’arco di tutta la gara. A ben guardare, comunque, un motivo di recriminazione ci sarebbe: siamo al 45’ del primo tempo sul risultato di 1 a 0, il portiere di casa, palla in mano, sferra un calcio da tergo a Floreani, reo di averlo disturbato nel suo intervento, a gioco attivo. L’arbitra interrompe il gioco, ammonisce il portiere e, stranamente, riprende il gioco (errore tecnico?) con una palla a due; a nostro avviso ci sarebbero stati invece l’espulsione di Francesco Aiello e, soprattutto, il calcio di rigore a favore del Tolmezzo. In superiorità numerica, e con il risultato in parità, avremmo potuto assistere a tutto un altro secondo tempo.

 

JUVENTINA - TOLMEZZO 1-0 (p.t. 1-0)

Gol: p.t. al 10’ Zamora

JUVENTINA S.ANDREA: Stergulc, Federico Marini, Ormellese, Racca, Nicola Marini, Innocenti, Hribersek (49’ s.t. Popovic), Kozuh, Zamora (15’ s.t. Madonna), Veljkovic (5’ s.t. Della Ventura), Dragosavljevic (43’ s.t. Kerpan); a disposizione Braini e Radev. Allenatore Nicola Sepulcri.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere (24’ s.t. Nassivera), Davide Fabris, Vidotti (18’ s.t. Ajello), Stefano Fabris (33’ s.t. Cimenti), Cristofoli, Madi, Polettini (27’ s.t. Candotti); a disposizione Di Giusto, Picco e Floreani. Allenatore Ivan Veritti.

ARBITRO: Stefano Zilani della sezione di Trieste (assistenti Guido De Marinis e Pierfrancesco Carlevaris della sezione di Trieste)

Note: ammoniti Ormellese (41’ p.t.), Dragosavljevic (36’ s.t.), Stergulc (49’ s.t.) e Innocenti (50’ s.t.); allontanato al 13’ s.t. mister Veritti; al 20’ Cristofoli ha fallito un calcio di rigore; angoli 8 a 3 per la Juventina; recuperi 2’ e 6’.

Gorizia, 1° novembre 2017. Si è recuperata oggi a Sant’Andrea la gara sospesa lo scorso 22 ottobre per una “bomba d’acqua” che, all'intervallo, ha reso impraticabile il terreno di gioco. Al termine degli odierni quasi cento minuti di gioco siamo usciti sconfitti di misura, ma la squadra di casa deve ringraziare soprattutto il portiere Stergulc, che ha neutralizzato un rigore a Cristofoli oltre ad aver più volte chiuso lo specchio della porta ai nostri attaccanti.

Andiamo improvvisamente sotto dopo 10 minuti: un tiro dal limite, “regalato” a Zamora, non viene trattenuto da Simonelli e finisce in angolo; dalla bandierina il pallone spiove in area e, su tocco di un compagno, finisce ancora a Zamora che trova lo spiraglio vincente. Al 19' su conclusione di Vidotti un difensore salva a portiere battuto e, sul proseguimento dell'azione, Cristofoli viene atterrato appena dentro l’area (da notare che pochi secondi prima poteva starci un altro penalty a favore del Tolmezzo, sempre per un fallo su Cristofoli); del conseguente rigore, siamo al 20’, si incarica lo stesso Cristofoli che tira rasoterra ed angolato ma non troppo forte, così che Stergulc si allunga sulla sua destra e ribatte, così come ribatte in angolo il susseguente tentativo di tap in. Al 27’ Polettini, su retropassaggio di Fabris, conclude alto sulla traversa dai 15 metri e, al 35’, la squadra di casa va vicino al raddoppio ancora con Zamora, che si presenta davanti a Simonelli centrando il palo interno, con palla che viene poi allontanata da Rovere. Al 44’ assistiamo, in rapida sequenza, alla tripla conclusione (da parte di Polettini e Cristofoli) verso la porta goriziana, con Stergulc che si supera due volte, intervallato da un difensore (respinta di petto?). Nel secondo tempo la gara la fa solo il Tolmezzo, senza comunque mai riuscire ad essere veramente pericoloso. Al 5’ è Madi a tentare la via del gol, ma la sua conclusione viene ribattuta in angolo da Stergulc. Poi solo tentativi che non trovano finalizzazione e, al 45’, un tiro di Candotti respinto dal portiere della Juventina. In conclusione un buon Tolmezzo, che non meritava di perdere, che paga però la poca “convinzione” al momento di finalizzare.

 

Domenica, 29 Ottobre 2017 22:11

PROMOZIONE: ANCORA UN PAREGGIO!

Scritto da

Campionato di Promozione (8^ giornata di andata)

TOLMEZZO – PRO CERVIGNANO 0-0

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Fedrico, Fabris Davide, Vidotti (Ajello 19’ s.t.), Fabris Stefano (Candotti 30’ s.t.), Picco, Madi, Cristofoli (Polettini 30’ s.t.); a disposizione Di Giusto, Nassivera, Rovere Michele, Floreani. Allenatore Ivan Veritti.

PRO CERVIGNANO: Sirch, Donda, De Cecco (22’ p.t. Nassiz), De Paoli, Candussi, Paneck, Serra (30’ s.t. Cocetta), Gerometta, Panozzo, Nardella (30’ s.t. Allegrini), Cavaliere (21’ s.t. Stabile); a disposizione Pohlen, Ferro, Job. Allenatore Giovanni Tortolo.

Arbitro: Michele Maccorin della Sezione di Pordenone (assistenti Davide Turale di Udine e Gabriele Corsano di Cormons)

Note: ammoniti Serra (40’ p.t.), Rovere Federico (16’ s.t.), Paneck (25’ s.t.); calci d’angolo 5 a 2 per la Pro Cervignano; recuperi 1’ e 5’.

Tolmezzo, 29 ottobre 2017. Alla fine il pareggio è il risultato giusto. Per oltre settanta minuti il Tolmezzo “ha fatto” la partita ed ha cercato in tutte le maniere di trovare la via della rete, andandoci molto vicina in almeno tre occasioni. Nella parte finale della gara ha invece attaccato di più la squadra della bassa e c’è voluto il miglior Simonelli per mantenere inviolata la porta tolmezzina. Dopo una fase di studio la prima, non difficile, parata della gara la deve fare Simonelli, al 6’, dopo un rinvio centrale preda di Panozzo che impegna il nostro portierone. Cinque minuti dopo il primo tiro verso la porta cervignanese, opera di Madi, è parato da Sirch, ben appostato sul primo palo. Al 20’ il contropiede della squadra ospite viene concluso da Serra, sul cui tiro ben si oppone Simonelli. Tre minuti dopo la prima vera palla gol del match è per il Tolmezzo: filtrante di Picco in area per Stefano Fabris, che ha forse troppa fretta di concludere e si fa respingere dal portiere ospite il tiro a mezz’altezza. Al 36’ Madi ha una buona palla, ritarda il tiro … e la sfera finisce a fondo campo. Nella ripresa al 5’ Panozzo conclude pericolosamente fuori, dopo uno schema su punizione. Cinque minuti dopo la seconda, limpidissima, palla gol per il Tolmezzo: Cristofoli riceve palla a centro area, la protegge e la appoggia dietro per l’accorrente Stefano Fabris che, da posizione molto favorevole, calcia alto sopra la traversa. Al 22’ Cristofoli riceve e lavora bene palla in area, si gira e conclude a rete, con la sfera che, a portiere battuto, termina beffardamente sul fondo di un niente. Al 29’ rischiamo l’autogol con Davide Fabris che, su calcio d’angolo del Cervignano, sfiora di testa il palo della propria porta. La girandola dei cambi favorisce in qualche modo la squadra di Gianni Tortolo che preme sull’acceleratore, lasciando però spazio alle ripartenze tolmezzine. In una di queste Madi, favorito anche dallo scivolone di un difensore, ha una buona opportunità, ma conclude sul fondo, senza peraltro avvedersi dell’arrivo a centro area di Candotti, da poco subentrato a Cristofoli al centro dell’attacco tolmezzino. Al 34’ Simonelli deve superarsi per togliere dall’incrocio dei pali e deviare in corner la velenosa conclusione di Cocetta. Sul successivo calcio dalla bandierina è De Paoli a sfiorare il gol, ma la sua conclusione termina sul fondo. Nei minuti finali va ancora vicino al gol il Cervignano, ma ancora una volta è bravo Simonelli ad allungarsi e a smanacciare il pallone destinato all’angolino. Nei 5’ di recupero ancora qualche tentativo, da una parte e dall’altra, ma il risultato non si sblocca e la gara termina con il classico risultato ad occhiali. In conclusione una buona gara da parte della truppa di Ivan Veritti, contro una bella squadra. Bisogna però ritrovare, urgentemente, la via del gol. Proviamoci mercoledì 1° novembre a Gorizia (alle ore 14,30) nella ripetizione della gara con la Juventina S. Andrea.

Campionato di Promozione (7^ giornata di andata)

JUVENTINA - TOLMEZZO sospesa

JUVENTINA S.ANDREA: Stergulc, Marini Federico, Radev, Racca, Marini Nicola, Innocenti, Madonna, Kozuh, Dragosavljevic, Dornik, Veljkovic; a disposizione Braini, Copetti, Ormelese, Hribersek, Zamora, Komjanc. Allenatore Nicola Sepulcri

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere, Fabris Davide, Vidotti, Fabris Stefano, Cristofoli, Micelli, Madi; a disposizione Di Giusto, Nassivera, Picco, Ajello, Polettini, Candotti, Floreani. Allenatore Ivan Veritti

Arbitro: Omar Bignucolo della Sezione di Pordenone

Note: ammonito Rovere alla mezz’ora.

Sant’Andrea di Gorizia, 22 ottobre 2017. Dopo un primo tempo ben giocato dalla squadra di mister Veritti, la gara non è ricominciata dopo l’intervallo per una "bomba d'acqua", intensificatasi durante la pausa, che ha reso impraticabile il terreno di gioco della Juventina.

La cronaca della partita da “IL PICCOLO” di lunedì 23 ottobre 2017

GORIZIA. Un autentico nubifragio scatenatosi su Sant'Andrea sul finire del primo tempo costringe Juventina e Tolmezzo al nulla di fatto, con il match che viene sospeso sul punteggio di zero a zero, e rinviato a data da destinarsi per essere rigiocato dall'inizio. Si è conclusa così con 45 minuti di anticipo e con il campo allagato una partita equilibrata, con ritmi alti e a tratti anche frenetici, ma poche occasioni da rete davvero nitide e portieri quasi inoperosi. La Juventina si è presentata in campo acciaccata e con Dragosavljevic, il più ispirato dei suoi in queste settimane, nel ruolo di centravanti, mentre dall'altra parte il Tolmezzo ha provato fin da subito a scatenare la vena di Madi e dell'imprendibile Micelli a servizio di Cristofoli. Proprio Madi è stato il più pericoloso dei suoi, per quanto non preciso sotto porta. All'11' l'attaccante carnico ben servito da Miceli arriva sul fondo, e mette in mezzo un pallone invitantissimo sul quale però nessun compagno è pronto ad arrivare. Passano cinque minuti e lo stesso numero 11 si mette in proprio, questa volta decidendo di calciare in prima persona: la distanza è importante (30 metri) ma il destro è sufficientemente potente per mettere i brividi a Stergulc, finendo comunque alto sopra la traversa. Al 24' si vede la Juventina, con Dornik che prova un destro a giro deviato in angolo. Al 28' ancora Madi al tiro, nuovamente alto, sugli sviluppi di un corner, mentre al 33' è da applausi la sterzata in area con tiro sul secondo palo di Dragosavljevic, con Simonelli che si salva in angolo. Al 44' il solito Madi vince un rimpallo e, sbilanciato, calcia fuori misura,mentre dall'altra parte Madonna scarica verso Simonelli un destro potente ma non sufficientemente angolato. Al ritorno in campo ai due capitani e all'arbitro Venir basta qualche tentativo di far rimbalzare il pallone per capire che non si può più giocare. Marco Bisiach

 

 

Domenica, 15 Ottobre 2017 20:52

0 A 0 COL VESNA: DUE PUNTI PERSI!

Scritto da

Campionato di Promozione (6^ giornata di andata)

TOLMEZZO - VESNA 0-0

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Picco (25’ s.t. Polettini), Stefano Fabris (18’ s.t. Floreani), Cristofoli (18’ s.t. Vidotti), Micelli, Madi (42’ s.t. Candotti); a disposizione, Di Giusto, Nassivera e Ajello. Allenatore Ivan Veritti.

VESNA: Donno, Bevilacqua, Miljkovic, Renar, Goran Kerpan, Inchiostri (7’ s.t. Albert Kerpan), Gajsek (21’ s.t. Antonic) Vasques, Zatkovic, Bozicic, Rodic; a disposizione Zucca, Pazzaglini, Maggiore e Bubnich. Allenatore Aldo Corona.

Arbitro: Filippo Plotti della Sezione del Basso Friuli (assistenti Davide Copat di Pordenone e Fabio Dosso di Udine).

Note: ammoniti Zatkovic, Rodic e Floreani; calci d’angolo 3 a 2 per il Vesna; recuperi 0 e 4’.

 

Dal “Messaggero del Lunedì” del 16 ottobre 2017 - l’articolo di Massimo Di Centa:

TOLMEZZO. Un nulla di fatto assolutamente bugiardo quello che scaturisce dal confronto tra i carnici e la formazione triestina del Vesna. La squadra di Veritti, in particolare, non è dispiaciuta, producendo occasioni da gol in quantità industriale, ma senza ricavarne il giusto premio: quel gol che avrebbe trasformato il nulla di fatto in tre punti pesanti per la classifica. Il primo tempo si dimostra subito scoppiettante e a metterci qualcosa in più sono proprio i locali che, trascinati da un Madi semplicemente imprendibile, riescono da subito a mettere alle corde un Vesna che ha pensato soprattutto a difendersi. Il piccolo attaccante di casa ha creato lo scompiglio nella retroguardia triestina, ma è stato troppo impreciso sotto porta, imitato in questo anche dai compagni di squadra. Almeno sei le nitide occasioni da rete per i padroni di casa, alle quali va aggiunto anche un probabile rigore non fischiato (fallo di Renar su Cristofoli) rappresentano la produzione offensiva di un buon Tolmezzo, alla quale il Vesna non ha mai saputo concretamente replicare. Nella ripresa il copione non cambia: c’è ancora tanto Tolmezzo, con il pallone che però non ne vuole proprio sapere di entrare. Il Vesna soffre, l’allarme per la difesa giuliana resta sempre acceso e anche le corsie laterali ospiti accusano il colpo, con il solo Goran Kerpan capace di metterci una pezza nella retroguardia triestina. Il Vesna se ne torna così a casa con un punto che vale oro, per come è arrivato e per quanto ha saputo far vedere, mentre a fine gara il tecnico dei carnici Veritti può essere soddisfatto solo della prova dei suoi, sorretti da una condizione fisica invidiabile nonostante l’insolita giornata di caldo quasi estivo.

Pagina 1 di 23
UA-54400219-1