LE PAGELLE: CHE IURI!
Domenica, 26 Marzo 2017 19:44

LE PAGELLE: CHE IURI!

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Per Iuri un pomeriggio straordinario (foto A. Cella) Per Iuri un pomeriggio straordinario (foto A. Cella)

NUTTA davvero poco lavoro per il nostro portiere che in pratica deve intervenire solo ad un quarto d’ora dalla fine quando smanaccia la conclusione di Rodic.

ROVERE prova a lungo prima del match, tormentato da un fastidio alla coscia. Stringe i denti e va. Partita di grande attenzione e zero sbavature.

MARSILIO entra sul 2 a 0 e si fa trovare pronto nel quarto d’ora in cui l’Itala prova a riaprire la contesa.

G. FALESCHINI sbaglia un pallone al trentesimo secondo di gioco. Sarà l’unico in una prova di sostanza, attenzione e personalità.

PAOLUCCI anche lui è uno d quelli che gioca con qualche problemino fisico. E meno male … perché la sua prova è di quelle di spessore. L’assist del primo gol ed altre giocate semplici ma sempre giuste.

D. FABRIS spiccioli nel finale per dare sollievo all’inguine di Paolucci.

MUFFATO Lionetti è uno da temere e per “Muf” ci si aspettava un pomeriggio più complicato. Ed invece va incontro a 90’ di minimo sindacale, svolto comunque con la consueta efficacia.

IURI se dovessero mancare i portieri, niente paura: c’è il “Duca”. Tanto ormai dove lo metti gioca. E come gioca! Spostato in avanti dalle retrovie, innerva il centrocampo denotando anche una “pulizia” di piede da centrocampista vero. E si toglie pure lo sfizio della doppietta, confezionata da due giocate da attaccante di razza. Insomma, mica ci si chiama “Duca” per niente …

CISOTTI una decina di minuti per la standing ovation di Iuri.

MICELLI partitona del “Mic”! Corre come non lo vedevamo fare da tempo ma è una corsa con costrutto, mai fine a sé stessa. Tampona, riparte, si propone e svaria. Peccato che becca il giallo che gli farà saltare la Virtus Corno.

SCARSINI in una domenica in cui tutti fanno il proprio dovere, il capitano dà il buon esempio: gioca semplice, pulito e con la solita generosità.

DE CRESCENZO tante belle iniziative, non sempre coronate dal successo. Però è quello che davanti può sempre creare qualcosa. Il traversone sul gol di Gregorutti è di straordinaria precisione balistica.

GREGORUTTI gioca per la squadra, andando ad interpretare lo snodo offensivo con grande generosità. I difensori dell’Itala non saranno irreprensibili, ma sono belli tosti. Lui li sfida senza battere ciglio. Il gol è un piccolo capolavoro di tempismo ed acrobazia, mente l’assist per il 3 a 0 di Iuri gli esce come un laser dallo scarpino …
D. FALESCHINI
inizia con prudenza, ma senza indietreggiare mai. Esegue quanto gli è stato chiesto. Col passare dei minuti cresce in sicurezza ed intraprendenza non alterando mai gli equilibri nella sua zona d competenza.

Letto 518 volte

Lascia un commento

Il commento viene pubblicato successivamente all'autorizzazione del webmaster

UA-54400219-1