CLASSIFICA
NOTIZIE
Team
Points
1 Primorje 16
2 Pro Gorizia 14
3 Tolmezzo Carnia 11
4 Valnatisone 11
5 Pro Cervignano M. 10
6 Costalunga 9
7 Juventina S.Andrea 9
8 Pro Romans Medea 9
9 Vesna 7
10 ISM Gradisca 7
11 Tarcentina 7
12 Fulgor 6
13 Zaule Rabuiese 5
14 Aurora Buonaquisto 4
15 Trieste Calcio 3
16 Sistiana Sesljan 2
ULTIMO TURNO
15-10-2017
 
Tolmezzo Carnia 0 : 0 Vesna
PROSSIMO TURNO
22-10-2017
 
Juventina S.Andrea - Tolmezzo Carnia
ALTRE NOTIZIE
IMMAGINI
Facebook Image
Domenica, 12 Marzo 2017 20:22

LE PAGELLE: BENE ROVERE E SCARSINI GOLEADOR

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

NUTTA buona dimostrazione di sicurezza, tra i pali e nelle uscite (una di testa al limite dell’area è perfetta!): sta ritrovando certezza. Buona, Tommaso!

F. ROVERE partitona di “Fede” che lascia davvero le briciole a chi si avventura dalla sua parte. Partecipa anche alla fase di costruzione con spregiudicata sicurezza.

FALESCHINI in occasione del gol è un po’ tenero, è vero, ma per il resto offre una prova gagliarda e senza altre sbavature.

D. FABRIS dei centrocampisti è quello che soffre di più, anche perché stenta a trovare la posizione giusta. Esce nell’intervallo.

IURI come i compagni barcolla ma non molla nella mezzora iniziale. Nella ripresa, a centrocampo, lotta con generosità. Non avrà il tocco del centrocampista ma la polpa che mette nel reparto è utilissima
CISOTTI
tatticamente è quello più a suo agio, ma come tanti suoi compagni sbaglia tanti troppi passaggi, anche elementari. Certo, la frenesia e la necessità di far punti non aiuta in questi casi.

S. FABRIS molto meglio nella ripesa, dopo un primo tempo timido. Quando dopo il pareggio gli si aprono davanti spazi importanti non ha abbastanza pelo sullo stomaco per andare a far male in prima persona a D’Agnolo.

SCARSINI basterebbe il gol del pareggio per dare un senso al suo pomeriggio. A questo aggiunge la solita spremuta di generosità e coraggio.

CRISTOFOLI partita complicata tra difensori non fenomenali ma rudi e palloni che arrivano col contagocce. Per provare ci prova ma gli esiti sono impalpabili.

DE CRESCENZO giocare condizionato dalla spalla non è proprio il massimo: è già apprezzabile il fatto che accetti il rischio di giocare. Non può essere continuo, ma anche ad intermittenza riesce a disturbare la retroguardia avversaria.

GRECORUTTI per lui vale lo stesso discorso fatto per Cristofoli. Spizza di testa tanti palloni che però quasi mai sono rigiocabili dai compagni. Corre, si dà da fare ed un suo tiro dal limite esce non di molto sibilando vicino al sette.

MICELLI corsa, coraggio e quantità. Diciamo che se la cava sia sull’out che qualche metro più al centro.

Letto 575 volte

Lascia un commento

Il commento viene pubblicato successivamente all'autorizzazione del webmaster

UA-54400219-1