CLASSIFICA
NOTIZIE
Team
Points
1 Pro Gorizia 44
2 Pro Cervignano M. 32
3 Tolmezzo Carnia 31
4 Juventina S.Andrea 31
5 ISM Gradisca 31
6 Valnatisone 30
7 Primorje 29
8 Zaule Rabuiese 26
9 Costalunga 24
10 Pro Romans Medea 22
11 Trieste Calcio 20
12 Sistiana Sesljan 19
13 Fulgor 18
14 Tarcentina 17
15 Aurora Buonaquisto 14
16 Vesna 12
ULTIMO TURNO
04-02-2018
 
Tolmezzo Carnia 3 : 0 Aurora Buonaquisto
PROSSIMO TURNO
18-02-2018
 
Tolmezzo Carnia - ISM Gradisca
ALTRE NOTIZIE
IMMAGINI
Facebook Image
NEWS PRIMO PIANO

NEWS PRIMO PIANO (322)

Domenica, 18 Febbraio 2018 19:49

UN BUON PUNTO CONTRO UN’OTTIMA SQUADRA

Scritto da

TOLMEZZO CARNIA – ISM GRADISCA 0-0

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini (35’st Michele Rovere), Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Madi, Stefano Fabris, Migotti (13’st Ajello), Micelli, Zuliani (29’st Polettini). A disposizione Colonna, Nassivera, Ciotola e Cristofoli. Allenatore Ivan Veritti.

ISM GRADISCA: Bon, Savic (37’st Peirano), Fernandez, Kalin, Jazbar, Suligoj, Quattrone, Sirach (24’st Monnels), Sangiovanni, Campanella, Valdiserra (1’st Trusnach). A disposizione Tonon e Coceani. Allenatore Giuliano Zoratti.

ARBITRO: Simone Sfirro di Reggio Emilia.

NOTE: ammoniti Daniele Faleschini, Stefano Fabris e Jazbar. Calci d’angolo 3-5. Recupero 1’-3’.

Tolmezzo,  18 febbraio 2018 – Ed alla fine arrivò il pareggio. Un pareggio che, visti i risultati della giornata tra battute d’arresto e rinvii, permette all’ISM Gradisca di consolidare il secondo posto in classifica e al Tolmezzo Carnia di non perdere il treno play-off. Chi ha giocato meglio per poter meritare la vittoria? Difficile da dire visto che in campo si sono affrontate due ottime squadre che sanno palleggiare egregiamente e che hanno dato vita ad un piacevolissimo incontro con occasioni sia da una parte che dall’altra. Ma andiamo con ordine. Parte meglio il Tolmezzo e dopo solo 2’ va vicinissimo al vantaggio: bella giocata di Migotti che trova a centro area Zuliani il cui colpo di testa angolatissimo trova la bella risposta di Bon. L’ISM si vede in avanti per la prima volta al 10’ ma l’inzuccata di Sirach è senza pretese. Al 19’ sono gli ospiti a mancare una clamorosa occasione con Sangiovanni che, dopo aver stoppato palla calcia a colpo sicuro ma trova Rovere a respingere sulla linea di porta. Sul seguente tiro dalla bandierina sempre il numero 9 lasciato colpevolmente libero ci prova ma questa volta è Simoncelli a superarsi. Al 31’ la fiammata è dei carnici con Micelli che, servito da Madi, colpisce sporco e la sfera che va ad incocciare il palo a Bon immobile. Il portiere ospite è protagonista al 40’ respingendo in corner il bel destro dalla distanza di Madi.

Nella ripresa viene fuori la stanchezza ed il vento non aiuta di certo ma le due formazioni non si risparmiano. Da una parte il duo Micelli-Madi e dall’altra il solo Sangiovanni a provare il colpo da tre punti. Al 9’ Madi si rende pericolosissimo ma il suo tiro è debole e 2’ dopo il pallone buono ce l’ha Stefano Fabris che non inquadra la porta. Non succede più niente fino alla mezz’ora quando Sangiovanni si libera sul filo del fuorigioco ed, arrivato a tu per tu con Simoncelli, si fa ipnotizzare dall’estremo difensore di casa. La gara piano piano si spegne e arriva nel recupero l’ultimo brivido. A crearlo è Monnels che calcia alle stelle un buon pallone servitogli da Campanella.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la fine di una partita in cui non c’è stato un migliore o un peggiore in campo ma ci sono stati 22 migliori. Una partita divertente e piacevolissima tra due squadre che, viste questo pomeriggio, non si sono risparmiate nel giocare al calcio e meriterebbero entrambe una categoria superiore. Come d’altro canto sta nella loro storia.

COSTALUNGA – TOLMEZZO 1-0 (p.t. 1-0)

Gol: Steiner al 4’ p.t.

COSTALUNGA: Zetto Gianluca, Simic (21’ s.t. Ferro), Rossi, Pojani, Sacchetti, Marjanovic Marko, Castellano, Del Moro (41’ s.t. Sinigoi), Steiner (27’ s.t. Marjanovic Aleksandar), Zetto Massimiliano, Ollo (42’ s.t. Sistiani); a disposizione Canziani, Tinta, Calcagno. Allenatore Marco Mihelj

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Rovere Michele, Migotti (9’ s.t. Fabris Stefano), Cristofoli (1’ s.t. Ciotola), Polettini, Zuliani (31’ s.t. Micelli); a disposizione Colonna, Ajello, Nassivera Matteo. Allenatore Ivan Veritti.

Arbitro: Francesco Marri della Sezione di Cormons

Note: ammoniti Federico Rovere (17’ p.t.), Simic (3’ s.t.), Ollo (13’ s.t.), Steiner (19’ s.t.), Simonelli (19’ s.t.), Pojani (20’ s.t.), Rossi (24’ s.t.), Polettini (26’ s.t.), Sistiani (49’ s.t.); calci d’angolo 4 a 4; recuperi 2’ e 6’; G. Zetto al 9’ p.t. ha parato a Cristofoli un calcio di rigore.

Trieste, 11 febbraio 2018. Il Costalunga si è rivelato come la nostra “bestia nera” stagionale. Per la seconda volta in questo campionato ha avuto la meglio su un Tolmezzo non in giornata, giocando “essenziale” e applicando il fallo sistematico sui portatori di palla. La giornata triestina già non era cominciata con i migliori auspici, con Micelli a dare forfait all’ultimo momento per problemi intestinali (in mattinata già Floreani aveva dovuto rinunciare alla trasferta triestina per problemi analoghi), costringendo mister Veritti a “ridisegnare” la squadra in campo. La formazione triestina è passata in vantaggio (con Polettini fuori dal campo per medicarsi un ferita al labbro) dopo soli quattro minuti, grazie ad un calcio di punizione dalla sinistra (fallo, probabilmente, invertito dall’arbitro) girato di testa in rete da Steiner, che sorprende la difesa tolmezzina. Ci sarebbe quasi subito l’occasione per pareggiare, grazie al rigore concesso per un fallo su Polettini in area, ma Cristofoli, che si presenta sul dischetto al posto del designato Davide Fabris, si fa parare il non irresistibile tiro. Tutto il resto della gara è vissuta nel nostro tentativo di riagguantare almeno il pari, con la squadra di casa pronta a “spazzare” e abile, in un paio di occasioni, ad agire pericolosamente in contropiede.  

Domenica, 04 Febbraio 2018 23:09

PROMOZIONE: CON L’AURORA TRE OTTIMI PUNTI!

Scritto da

TOLMEZZO – AURORA BUONACQUISTO 3-0 (p.t. 1-0)

Gol: p.t. Polettini al 46’; s.t. Micelli al 10’e al 34’.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Nassivera Matteo (34’ s.t. Faleschini Daniele), Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Polettini (23’ s.t. Ciotola), Migotti (32’ s.t. Ajello), Cristofoli, Micelli, Zuliani (37’ s.t. Zancanaro); a disposizione Colonna, Rovere Michele, Floreani. Allenatore Ivan Veritti.

AURORA BUONACQUISTO: Lavaroni, De Nardin, Piutti, Krizmanic (22’ s.t. Adjei), Iussig, Visentini (42’ s.t. Pittioni), Narduzzi, Lodolo (34’ s.t. Murati), Puppu, Spizzo, Praino (41’ s.t. Devoti); a disposizione Foschiani, Nuzzo, Della Mea. Allenatore Rino Busato.

Arbitro: Edoardo Luglio della Sezione di Monfalcone (assistenti Elia Banello di Monfalcone e Matteo Aldrigo del Basso Friuli)

Note: nel primo tempo ammoniti Micelli e De Nardin; nel secondo tempo ammoniti Narduzzi, De Nardin, Nassivera e Lodolo; espulso De Nardin (16’ s.t.) per doppia ammonizione; calci d’angolo 6 a 4 per il Tolmezzo; recupero 0’ e 5’.

Tolmezzo, 4 febbraio 2018. Tre gol, e tre ottimi punti, all’Aurora di Remanzacco, per continuare la corsa verso … una tranquilla salvezza anticipata. Primo tempo “complicato”, nel corso del quale abbiamo sofferto, rischiando grosso in un paio di circostanze (decisivo un grande Simonelli) e trovando nei secondi finali, con una certa dose di fortuna, il gol del vantaggio ad opera di Polettini. Secondo tempo più “tranquillo”, nel corso del quale abbiamo ben presto realizzato il secondo gol, grazie ad un Giacomo Micelli particolarmente in vena, gestendo poi bene la gara senza correre alcun rischio e, anzi, trovando ad un quarto d’ora dalla fine il terzo gol (potevano anche essere di più) con lo stesso Micelli. Al 10’ la prima parata della gara compete a Simonelli, su tiro di Spizzo “andato via” a Nassivera. Al 14’ è Zuliani ad impegnare Lavaroni con un tiro dal limite dell’area alzato sulla traversa. Sul successivo calcio d’angolo, nessuno “approfitta” della palla vagante nell’area piccola. Al 27’ è Migotti a non trovare l’attimo, con palla che è preda del portiere; sul versante opposto assistiamo al colpo di testa di Praino che, servito sul secondo palo, anticipa Nassivera ma conclude alto. Spizzo, due minuti dopo, va via sulla linea di fondo campo e serve sul secondo palo ancora Praino, questa volta anticipato da Nassivera che libera in corner. E’ il periodo di nostra maggior sofferenza: al 33’ è Simonelli a respingere un pericoloso tiro degli avanti ospiti. Al 35’, dopo una nostra buona azione non concretizzatasi, è Spizzo ad essere lanciato (in sospetta posizione di fuorigioco) e a presentarsi, liberissimo, di fronte a Simonelli, che lo “ipnotizza” e, con la collaborazione di Rovere, libera l’area salvando il risultato. Al tramonto del primo tempo guadagniamo un “buon” calcio d’angolo: Micelli calcia in area, la palla giunge a Luca Polettini che tira in porta, trovando l’involontaria deviazione di un difensore ad ingannare Lavaroni un attimo prima del duplice fischio di chiusura della prima parte di gara. All’uscita dal campo le vementi proteste di mister Busato, che alla ripresa del gioco “si accomoda” direttamente in tribuna. Nel secondo tempo entriamo in campo con un “piglio” diverso. Al 4’ Polettini va via sul fondo, servendo al centro Cristofoli che non trova l’attimo. Ma il gol è rinviato di poco: al 10’ Zuliani e Cristofoli confezionano per Micelli che, azione insistita palla al piede, trova lo spiraglio e batte imparabilmente Lavaroni. Poco dopo il quarto d’ora rimaniamo anche in superiorità numerica, per la seconda ammonizione inflitta a De Nardin. Al 34’ il tre a zero nasce da una azione insistita di Cristofoli il quale, dopo combinazione con Zuliani, serve l’assist a Micelli che batte nuovamente Lavaroni, chiudendo di fatto la gara. Negli ultimi minuti del tempo regolamentare assistiamo ad un monologo tolmezzino, con un gol di Ciotola annullato per fuorigioco, un tiro dello stesso Ciotola deviato in angolo da Lavaroni e una conclusione di Cristofoli fuori dallo specchio della porta. Poi i cinque “inutili” minuti di recupero a precedere il triplice fischio finale dell’arbitro. La classifica adesso parla chiaro … ma non è il momento di rilassarsi; domenica ci aspetta l’insidiosa trasferta triestina con avversario il Costalunga.

 

VALNATISONE – TOLMEZZO 1-1 (p.t. 0-1)

Gol: p.t. Madi al 44’; s.t. Dorbolò Tommaso al 20’.

VALNATISONE: Bartolini, Snidarcig (1’ s.t. Dorbolò Tommaso), Ciriaco Michele, Bucovaz, Snidaro, Comugnaro, Meroi, Grion, Tiro Almedin (43’ s.t. Bacchetti), Tiro Almer (21’ p.t. Dorbolò Mattia, 34’ s.t. Ciriaco Cristian), Miano; a disposizione Pinatto, Novelli e Guion. Allenatore Paolo Cencig.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele (34’ s.t. Ajello), Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi, Cimenti (38’ s.t. Cristofoli), Migotti (30’ s.t. Brovedan), Micelli (47’ s.t. Ciotola), Rovere Michele; a disposizione Colonna, Nassivera Matteo e Nassivera Marco. Allenatore Ivan Veritti.

Arbitro: Omar Bignucolo della Sezione di Pordenone (assistenti Denis Roman Fulin e Davide Petralia di Maniago)

Note: ammoniti Ciriaco Michele, Comugnaro, Cimenti, Madi e Cristofoli; espulso Madi al 33’ s.t.; calci d’angolo 4 a 2 per la Valnatisone; recuperi 2’ e 5’.

TOLMEZZO – TARCENTINA 1-0 (p.t. 0-0)

Gol: s.t. Micelli al 45’

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi (23’ s.t. Ciotola), Zuliani, Migotti (35’ s.t. Cimenti), Micelli, Nassivera; a disposizione Colonna, Ajello, Rovere Michele, Polettini e Floreani. Allenatore Ivan Veritti

TARCENTINA: Montagnese, Vizzutti, Barbiero, Collini, Gerometta, Verona, Cuciz (45’ s.t. Ponton), Barreca, Fabro (44’ s.t. Gobbo), Nardini (35’ s.t. Passon), Righini; a didposizione Felice, Celetto, Fabbro, Cusimano. Allenatore Mauro Lizzi.

Arbitro: Riccardo Corredig di Maniago (assistenti Jacopo Marco Bianco e Fabio Dusso di Udine)

Note: ammoniti Collini (13’ s.t.), Fabbro (18’ s.t.), Zuliani (36’ s.t.) e Capellari (47’ s.t.); calci d’angolo 6 a 4 per il Tolmezzo; recuperi 1’ e 3’.

Tolmezzo, 21 gennaio 2018. Alla ripresa del Campionato, dopo più di un mese di sosta, non era facile ritrovare gli equilibri per iniziare al meglio il girone di ritorno, ed in effetti qualche difficoltà di troppo l’abbiamo incontrata e solo al fotofinish, al termine di una partita difficile e particolarmente scorbutica, siamo riusciti ad avere la meglio su una rimaneggiata Tarcentina. Primo tempo senza infamia e senza lode, con poche azioni pericolose, nel corso del quale ci è sempre mancato l’ultimo tocco, il passaggio conclusivo, il movimento “illuminante”…; l’unica azione veramente degna di nota spetta a Micelli che, dopo sei minuti di gara, vede Montagnese fuori dai pali e tenta di beffarlo con un calibrato tiro da centrocampo, tiro che sembra indirizzato nello specchio della porta ma che termina alto di un soffio sulla traversa. Ripresa più godibile, nel corso della quale si è vista qualche buona combinazione in più. Al 16’ un bel fraseggio fra Micelli e Madi viene interrotto dall’uscita di Montagnese, un minuto dopo è Simonelli a mettersi in mostra con una pregevole parata sulla punizione calciata pericolosamente da Cuciz; sul prosieguo dell’azione Nardini “cerca” il rigore, ma viene ammonito per simulazione. Al 20’ la palla per il possibile gol del vantaggio è sui piedi di Madi, che però si fa respingere la ravvicinata conclusione. Quando la gara sembra destinata a concludersi a reti inviolate, a pochi secondi dal termine dei 90 minuti regolamentari, arriva il gol di Micelli: lancio di Federico Rovere, sulla fascia sinistra, per Gabriele Faleschini che, giunto sul fondo, crossa al centro per il tocco vincente di Giacomo Micelli, con palla che si infila in rete dopo aver incocciato sul palo interno. In conclusione tre ottimi punti, comunque meritati, che ci proiettano al quinto posto in classifica, in piena zona play-off.

 

Domenica, 24 Dicembre 2017 19:28

AUGURI AUGURI AUGURI

Scritto da

Il presidente Claudio Lomuscio, i suoi collaboratori, tecnici e giocatori del Tolmezzo, augurano un sereno Natale ed uno splendido 2018 a tutti i tifosi della Carnia. Con la speranza di vederli sempre più numerosi al campo a seguire le vicende della squadra. Abbiamo bisogno di voi, del vostro supporto e del vostro entusiasmo. Ci contiamo!

Domenica, 17 Dicembre 2017 17:29

UNA BELLA VITTORIA COME REGALO DI NATALE

Scritto da

TOLMEZZO CARNIA – SISTIANA SESLJAN 4-0

GOL: al 37’ Gabriele Faleschini e al 44’ Madi; nella ripresa al 5’ Madi e al 43’ Ciotola.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini (34’st Ajello), Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Madi (34’st Ciotola), Stefano Fabris (36’st Zuliani), Migotti (30’st Brovedan), Micelli, Michele Rovere (22’st Nassivera). A disposizione Di Giusto, Polettini. Allenatore Ivan Veritti.

SISTIANA SESLJAN: Kosuta, Crosato, Tawgui (35’st Del Rosso), Farosich, Donato (1’st Basello), Del Bello, Podgornik, Bossi (17’st Petracci)), Cannone (25’st Sammartini), Miklavec, Menichini. A disposizione Gon, Pojani, Pacor. Allenatore Alessandro Musolino.

ARBITRO: Marco Pizzamiglio di Cormons.

NOTE: ammoniti Daniele Faleschini, Capellari, Migotti, Michele Rovere, Nassivera e Donato. Calci d’angolo 4-7. Recupero 1’-5’.

Tolmezzo, 17 dicembre 2017 – Il Tolmezzo si regala per Natale una bella vittoria contro il Sistiana. I triestini salgono in Carnia con l’obiettivo di non subire troppo gli attacchi dei rosso-blu di casa giocando in fase difensiva persino con una difesa a sei uomini. E per metà della prima frazione di gioco ci riesce alla perfezione. Cioè fino al 26’ quando Madi prende palla e, dopo un dribbling secco, calcia sul palo interno con Kosuta che si ritrova la sfera tra le braccia. Prima non succede praticamente nulla a parte un tiro debole di Capellari lasciato colpevolmente solo a centro area. Al 35’ si vedono gli ospiti per la prima volta dalle parti di Simonelli ma è bravissimo il portiere dei Carnici prima a respingere il tiro di Tawgui e poi a bloccare quello di Podgornik. Passano 2’ ed il Tolmezzo si ritrova meritatamente in vantaggio. Il merito è di Gabriele Faleschini che su calcio di punizione trova lo spiraglio giusto per colpire. Solo il tempo di rimettersi bene in campo ed ecco il raddoppio. È il 44’ e Madi, lanciato alla perfezione da Micelli, punta un difensore e calcia in rete.

Nella ripresa pronti via ed il Tolmezzo si porta a tre con sempre protagonista Madi. Il lancio questa volta è di Gabriele Faleschini con l’attaccante di casa a ricevere e calciare in rete il pallone sul primo palo con Kosuta non esente da colpe. Al 15’ lo stesso portiere giallo-blu tiene a terra una punizione di Davide Fabris ed al 28’ Migotti a botta sicura si fa respingere il tiro da un difensore appostato quasi sulla linea di porta. Al 31’ succede di tutto davanti a Kosuta: contropiede del Tolmezzo con Micelli che serve Madi che, da solo, invece di calciare prova a dribblare il portiere ed un difensore che gli leva la palla all’ultimo istante. Sul proseguo dell’azione la palla torna a Micelli che calcia alto da ottima posizione. Al 32’ fiammata ospite con un colpo di testa senza pretese di Petracci. Ma è sempre e solo Tolmezzo. Al 42’ Micelli si accentra ma non trova la porta. È solo il preludio alla quarta rete che arriva puntualmente al 43’ con Ciotola bravo a non farsi trovare in fuorigioco ed a superare il portiere con un morbidissimo pallonetto. E dopo 5’ di recupero termina la gara con una meritata vittoria da ogni punto di vista ed il più bel regalo in vista delle feste natalizie.

Da sottolineare, infine, tra le file del Tolmezzo Carnia la presenza in campo come titolari di tre coppie di fratelli, cosa più unica che rara.

Domenica, 10 Dicembre 2017 23:19

PROMOZIONE: A GORIZIA PUNITI OLTRE I DEMERITI

Scritto da

Campionato di Promozione (14^ giornata di andata)

PRO GORIZIA – TOLMEZZO 3-1 (p.t. 1-0)

Gol: p.t. Predan al 33’; s.t. Hoti al 1’, Micelli al 17’, Hoti al 17’

PRO GORIZIA: Zanier, Cantarutti Andrea (47’ s.t. Toso), Iansig, Cerne (44’ s.t. Degano), Bolzicco, Klun, De Baronio, Manfreda, Predan, Hoti (27’ s.t. Zejnuni), Pussi (38’ s.t. Cantarutti Luca); a disposizione Agostinis, Piscopo, Bozic. Allenatore Enrico Coceani

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi (40’ s.t. Ciotola), Fabris Stefano (42’ s.t. Vidotti), Cristofoli (22’ p.t. Polettini), Micelli (43’ s.t. Picco), Cimenti (8’ s.t. Ajello); a disposizione Di Giusto e Nassivera. Allenatore Ivan Veritti

Arbitro: Davide Santarossa della Sezione di Pordenone (Assistenti Davide Copat di Pordenone e Matteo Vindigni del Basso Friuli)

Note: ammoniti Cerne (26’ p.t.), Cantaruti Andrea (44’ p.t.), Bolzicco (45’ s.t.) e Davide Fabris (48’ s.t.); calci d’angolo 9 a 6 per la Pro Gorizia; recuperi 2’ e 3’+1’.

Gorizia, 10 dicembre 2017. Usciamo sconfitti dal rinnovato Stadio Campagnuzza, intitolato a Enzo Bearzot, ma non ne usciamo ridimensionati. Al cospetto della capolista (squadra costruita per il salto di categoria) la squadra di mister Veritti non ha affatto sfigurato, venendo oltremodo punita per gli errori commessi (e senza essere stata altrettanto cinica nell’approfittare degli errori altrui). Prima mezz’ora di gara sotto controllo da parte del Tolmezzo, che non rischia nulla o quasi cercando di supplire con l’intensità alla maggior prestanza fisica dell’avversario (purtroppo al 22’ Cristofoli è costretto ad abbandonare il campo per un infortunio alla caviglia, sostituito da Polettini). Al primo “errore” veniamo però puniti: siamo al 33’, Stefano Fabris stoppa lungo un pallone al limite dell’area invitando Predan al gran tiro dal limite, con palla che si infila all’incrocio dei pali alla sinistra di un esterrefatto Simonelli. Poco dopo ci sarebbe un rigore per noi, per evidente fallo di mano in area di un difensore goriziano, ma l’arbitro, probabilmente coperto, lascia giocare. Al 43’ Madi viene lanciato in contropiede e si trova in situazione di “uno contro uno” con Andrea Cantarutti, che lo ferma fallosamente (e viene “solo” ammonito!) poco oltre la linea di centrocampo. Al 46’ abbiamo la più grande palla gol del primo tempo, ma Madi, favorito dallo scivolone di un difensore di casa, calcia sul fondo da ottima posizione. Inizia la ripresa e, neanche il tempo di far partire il cronometro, ci troviamo sotto di due gol. L’ottimo Hoti approfitta di un attimo di indecisione collettiva della nostra difesa, forse per un mezzo fallo subito a centro campo da Daniele Faleschini, che rimane a terra dolorante, e dalla sinistra si incunea in area, battendo Simonelli con un tiro che sbatte all’interno del secondo palo e si infila in rete. Poco dopo anche Cimenti è costretto a dare forfait, per un risentimento muscolare, e gli subentra Ajello. Arriviamo al 16’ e, per uno dei tanti calci di punizione a nostro favore, si presenta Capellari che costringe Zanier ad una difficile deviazione in angolo; è il preludio al gol che riapre la gara: corner di Madi e perentorio colpo di testa di Micelli, con pallone che si infila in rete per l’uno a due. Neanche il tempo di gioire e le reti di differenza ridiventano due, per un gol fotocopia di quello del primo minuto (ma sul versante destro del campo) ad opere del solito Hoti. Si susseguono le azioni pericolose e, al 18’, Daniele Faleschini mette un gran pallone in area per il taglio di Madi, che incrocia poco il tiro, deviato in corner dal portiere goriziano. Un minuto dopo è Davide Fabris a cercare la via della rete, ma la sua conclusione, deviata da un difensore, sbatte sul palo esterno alla sinistra di Zanier e finisce sul fondo. Passano i minuti e la rete che potrebbe nuovamente riaprire la gara non arriva ... è anzi la squadra di casa ad andare ancora vicina al gol nei minuti di recupero, ma la conclusione di Predan non centra lo specchio della porta.

 

Domenica, 03 Dicembre 2017 17:56

TANTA SOFFERENZA MA ALLA FINE I TRE PUNTI.

Scritto da

TOLMEZZO CARNIA – PRO ROMANS MEDEA 3-1

GOL: all’11’ Capellari; nella ripresa al 30’ Boaro, al 32’ Daniele Faleschini ed al 38’ Micelli.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini (41’st Ajello), Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Madi, Stefano Fabris, Cristofoli (44’st Polettini), Micelli, Cimenti (34’st Vidotti). A disposizione Di Giusto, Nassivera, Picco, Floreani. Allenatore Ivan Veritti.

PRO ROMANS MEDEA: Sorci, Tomasin, Beltrame, Caruso, Favaro, Marcuzzo, Pelos (29’st Piras), Compaore, Selva (12’st Azzani), Buttignaschi (40’st Fontana), Boaro (40’st Milanese). A disposizione Franco, Monnels, Grion. Allenatore Thomas Buso.

ARBITRO: Simone Gambin di Udine.

NOTE: ammonito Cimenti. Espulso Favaro per doppia ammonizione. Calci d’angolo 2-2. Recupero 2’-6’.

Tolmezzo, 3 dicembre 2017 – Dopo ben 6’ di recupero, il fischio finale del Signor Gambin della sezione di Udine è come una liberazione. Una liberazione dalla sofferenza di una partita più complicata del previsto che ha visto il Tolmezzo imporsi su una buona Pro Romans che è andata vicinissima al colpaccio. Ma alla fine per la formazione di mister Ivan Veritti sono arrivati tre punti fondamentali che mantengono la squadra poco sotto la zona play-off. Pronti via ed il Tolmezzo fa capire agli ospiti che per fare punti in Carnia bisogna sudare. Al 3’ sulla sponda di Cristofoli, Micelli, al volo, calcia male e al 6’ Stefano Fabris impegna il portiere avversario che blocca il pallone in due tempi. Due fiammate che possono essere considerate l’antipasto del gol che arriva puntualmente all’11’. Davide Fabris dal limite dell’area di rigore calcia una punizione con il contagiri che trova Capellari sul secondo palo che di testa batte a rete. La Pro Romans si vede per la prima volta dalle parti di Simonelli al 15’ però il tiro di Boaro è troppo debole. Tra il 20’ ed il 27’ due contropiedi dei giallorossi ospiti fanno infuriare l'allenatore di casa. Nel primo Selva riceve palla dalla destra ma non è lesto a controllare la sfera e l’azione sfuma mentre nel secondo Buttignaschi a tu per tu con Simonelli calcia incredibilmente a lato. Al 31’ Madi vince un rimpallo e di sinistro incrocia mancando la porta di pochissimo.

Nella ripresa gli ospiti provano ad alzare il baricentro ma è Sorci ad intervenire su un bel colpo di testa di Rovere deviato da un difensore. Al 17’ Rovere dall’altra parte si trasforma in portiere respingendo sulla linea di porta il tiro di Caruso a colpo sicuro ed 1’ dopo, sul proseguo dell’azione, la Pro Romans trova il sospirato pari ma il direttore di casa ferma tutto per fuorigioco. Al 22’ Davide Fabris non trova la porta su calcio di punizione mentre al 25’ il Tolmezzo va vicinissimo al raddoppio: Madi arriva sul fondo palla al piede e sul suo cross trova Cristofoli che non riesce a girare in porta. Palla ancora sui piedi del numero 7 di casa che questa volta trova smarcato Stefano Fabris il cui tiro batte l‘estremo difensore ospite ma non un difensore corso in soccorso del proprio portiere. Al 27’ è Cimenti ad impegnare a terra Sorci su assist di uno scatenato Madi ed al 28’ Micelli gira la palla sopra la traversa. Passano solo 2’ e, come un fulmine a ciel sereno, la Pro Romans giunge ad un pareggio ormai insperato. Il merito è tutto di Boaro che si trova nel osto giusto al momento giusto e non deve far altro che spingere la palla in rete. Passano altri 2’ ed il Tolmezzo ritrova il vantaggio. Madi crossa di sinistro alla perfezione e Sorci prima fa un miracolo ma poi non può niente sul tap-in vincente di Daniele Faleschini. Dopo un tiro di Micelli ampiamente alto, al 38’ è la stessa mezz’ala carnica, lanciato a rete da un grandissimo assist di Cristofoli, a chiudere la partita per una vittoria importantissima per il proseguo del campionato.

Campionato di Promozione (12^ di andata)

PRIMORJE – TOLMEZZO 1-0 (p.t. 0-0)

Gol: s.t. Miot al 31’.

PRIMORJE F.C.: Modesti, Casseler, Castellano, Gerbini, Miot (39’ s.t. Lapaine), Benvenuto, Lizzul (1’ s.t. Tonini), Lo Perfido (14’ s.t. Zubin), Danieli, Girardini (26’ s.t. Millo), Metullio (19’ s.t. Lombardi); a disposizione Bossi, Janjic. Allenatore Davide Ravalico.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Nassivera, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Madi (42’ s.t. Picco), Fabris Stefano (36’ s.t. Ajello), Cristofoli (26’ s.t. Cimenti), Micelli, Polettini (19’ s.t. Floreani); a disposizione Di Giusto, Vidotti, Faleschini Gabriele. Allenatore Ivan Veritti.

Arbitro: Filippo Okret della Sezione di Monfalcone (Assistenti Marco Munitello e Daniele Salvidella Sezione di Monfalcone).

Note: ammoniti Lo Perfido (23’ p.t.), Benvenuto (38’ s.t.) e Tonini (40’ s.t.); calci d’angolo 6 a 2 per il Primorje; recuperi 0’ e 5’.

Prosecco, 26 novembre 2017. Lasciamo il campo (buon sintetico!) di Prosecco di Trieste con il carniere vuoto e con tanti rimpianti. Contro la prima della classe per oltre sessanta dei novantacinque minuti di gara la partita l’ha fatta il Tolmezzo, ma non è bastato, le tante occasioni (due nettissime) non sono state concretizzate, mentre il Primorje ha cinicamente finalizzato un’opportunità (una delle poche) da palla inattiva! Partita condizionata da una gelida Bora, che nel primo tempo ha soffiato a favore (si fa per dire, difficilissimo dosare i passaggi) del Tolmezzo e nel secondo ha “sospinto” i palloni della squadra di casa. Dopo una prima, breve, fase di studio, un aggressivo Tolmezzo prende le redini del gioco e, dopo un paio di conclusioni, di Madi e Polettini, troppo deboli per impensierire Modesti, la prima vera palla-gol transita al 20’ sui piedi di Madi che, solo davanti al portiere, incrocia di sinistro fallendo di una ventina di centimetri il bersaglio. Un minuto dopo è Metullio che, favorito da un rimpallo, arriva nei pressi della nostra area, concludendo peraltro abbondantemente a lato della porta difesa da Simonelli. I tolmezzini giungono spesso al limite dell’area del Primorje ma, o per errori nell’ultimo passaggio, o per falli dei difensori/centrocampisti della squadra di casa sui portatori di palla, raramente le azioni trovano una conclusione degna di questo nome. Da segnalare, al 27’, una potente punizione di Davide Fabris (da buona posizione) respinta con i pugni da Modesti. Rare invece le occasioni nelle quali la squadra triestina si presenta nella metà campo tolmezzina. Nella ripresa la squadra di casa alza il ritmo del gioco e il suo baricentro, trovando le conclusioni (entrambe alte sulla traversa) al 12’ con Lo Perfido e al 15’, su azione da calcio d’angolo, con Miot. Subito dopo la mezz’ora giunge il gol-partita del Primorje: perfetto calcio d’angolo dalla destra sul quale Miot, con un perentorio terzo tempo, trova il colpo di testa vincente. La squadra di Veritti non ci sta e prova a raggiungere almeno il pareggio, al quale va vicino soprattutto nei minuti finali. Al 48’ una punizione dalla trequarti del “solito” Davide Fabris trova, sotto porta, la bella girata al volo di Micelli, che termina sul fondo. Un minuto dopo un gran lancio di Federico Rovere attraversa tutto il campo, “trovando” il lanciato Picco che conclude calciando sul fondo (complice il vento?), fallendo così l’ultima opportunità.

Riporto qui le significative parole del mister del Primorje Davide Ravalico, rilasciate a fine gara: “risultato, come avrete visto, vittoria di uno a zero per la mia squadra, con gol di Miot, contro il Tolmezzo. Ma oggi ho poca voglia di parlare, anche perché mi reputo una persona sportiva. Oggi la squadra del Tolmezzo è stata una squadra che ha giocato molto bene, direi che hanno fatto loro la partita, hanno avuto sempre loro tutte le occasioni e sono stati più concreti, più cattivi, hanno fatto una grandissima prestazione. Purtroppo vengono via da Prosecco con uno 0 a 1, 26 punti in classifica io, 18 loro, ne riparleremo alla fine del campionato, comunque, e non aggiungo altro. Migliore in campo: direi il Tolmezzo, una grandissima squadra!”

 

 

Pagina 1 di 23
UA-54400219-1