CLASSIFICA
NOTIZIE
Team
Points
1 Primorje 16
2 Pro Gorizia 14
3 Tolmezzo Carnia 11
4 Valnatisone 11
5 Pro Cervignano M. 10
6 Costalunga 9
7 Juventina S.Andrea 9
8 Pro Romans Medea 9
9 Vesna 7
10 ISM Gradisca 7
11 Tarcentina 7
12 Fulgor 6
13 Zaule Rabuiese 5
14 Aurora Buonaquisto 4
15 Trieste Calcio 3
16 Sistiana Sesljan 2
ULTIMO TURNO
15-10-2017
 
Tolmezzo Carnia 0 : 0 Vesna
PROSSIMO TURNO
22-10-2017
 
Juventina S.Andrea - Tolmezzo Carnia
ALTRE NOTIZIE
IMMAGINI
Facebook Image
NEWS PRIMO PIANO

NEWS PRIMO PIANO (306)

Domenica, 15 Ottobre 2017 20:52

0 A 0 COL VESNA: DUE PUNTI PERSI!

Scritto da

Campionato di Promozione (6^ giornata di andata)

TOLMEZZO - VESNA 0-0

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Picco (25’ s.t. Polettini), Stefano Fabris (18’ s.t. Floreani), Cristofoli (18’ s.t. Vidotti), Micelli, Madi (42’ s.t. Candotti); a disposizione, Di Giusto, Nassivera e Ajello. Allenatore Ivan Veritti.

VESNA: Donno, Bevilacqua, Miljkovic, Renar, Goran Kerpan, Inchiostri (7’ s.t. Albert Kerpan), Gajsek (21’ s.t. Antonic) Vasques, Zatkovic, Bozicic, Rodic; a disposizione Zucca, Pazzaglini, Maggiore e Bubnich. Allenatore Aldo Corona.

Arbitro: Filippo Plotti della Sezione del Basso Friuli (assistenti Davide Copat di Pordenone e Fabio Dosso di Udine).

Note: ammoniti Zatkovic, Rodic e Floreani; calci d’angolo 3 a 2 per il Vesna; recuperi 0 e 4’.

 

Dal “Messaggero del Lunedì” del 16 ottobre 2017 - l’articolo di Massimo Di Centa:

TOLMEZZO. Un nulla di fatto assolutamente bugiardo quello che scaturisce dal confronto tra i carnici e la formazione triestina del Vesna. La squadra di Veritti, in particolare, non è dispiaciuta, producendo occasioni da gol in quantità industriale, ma senza ricavarne il giusto premio: quel gol che avrebbe trasformato il nulla di fatto in tre punti pesanti per la classifica. Il primo tempo si dimostra subito scoppiettante e a metterci qualcosa in più sono proprio i locali che, trascinati da un Madi semplicemente imprendibile, riescono da subito a mettere alle corde un Vesna che ha pensato soprattutto a difendersi. Il piccolo attaccante di casa ha creato lo scompiglio nella retroguardia triestina, ma è stato troppo impreciso sotto porta, imitato in questo anche dai compagni di squadra. Almeno sei le nitide occasioni da rete per i padroni di casa, alle quali va aggiunto anche un probabile rigore non fischiato (fallo di Renar su Cristofoli) rappresentano la produzione offensiva di un buon Tolmezzo, alla quale il Vesna non ha mai saputo concretamente replicare. Nella ripresa il copione non cambia: c’è ancora tanto Tolmezzo, con il pallone che però non ne vuole proprio sapere di entrare. Il Vesna soffre, l’allarme per la difesa giuliana resta sempre acceso e anche le corsie laterali ospiti accusano il colpo, con il solo Goran Kerpan capace di metterci una pezza nella retroguardia triestina. Il Vesna se ne torna così a casa con un punto che vale oro, per come è arrivato e per quanto ha saputo far vedere, mentre a fine gara il tecnico dei carnici Veritti può essere soddisfatto solo della prova dei suoi, sorretti da una condizione fisica invidiabile nonostante l’insolita giornata di caldo quasi estivo.

Domenica, 08 Ottobre 2017 21:27

A GRADISCA UN PUNTO … AMARO!

Scritto da

Campionato di Promozione (5^ giornata di andata)

ISM GRADISCA – TOLMEZZO 1-1 (p.t. 0-1)

Gol: p.t. Cristofoli al 9’; s.t. Campanella al 46’

ISM GRADISCA: Bon, Fernandez Rojas (29' s.t. Savic), Sain (29' s.t. Sirach), Quattrone (40' s.t. Trusgnach), Jazbar, Suligoj, D'Aliesio (9' s.t. Politti), Kalin, Sangiovanni, Campanella, Valdiserra (1' s.t. Turchetti); a disposizione Tonon, Peirano. Allenatore Giuliano Zoratti

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini (32' s.t. Michele Rovere), Nassivera, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Picco (35' s.t. Ajello), Stefano Fabris, Cristofoli, Micelli (48’ s.t. Zancanaro), Madi (19' s.t. Polettini); a disposizione Di Giusto, Floreani, Gabriele Faleschini. Allenatore Ivan Veritti

ARBITRO: Riccardo Corredig della Sezione di Maniago (assistenti Diego Sokolic e Francesco Maria Camber di Trieste).

Note: ammoniti Davide Fabris (35’ p.t.), Jazbar (7’ s.t.), Quattrone (28’ s.t.) e Campanella (41’ s.t.); calci d’angolo 3 a 3; recuperi 1’ e 5’.

Gradisca d’Isonzo, 8 ottobre 2017. Alla fine il “temuto” gol del pareggio è arrivato, nei minuti di recupero, lasciando l’amaro in bocca a tutto l’entourage tolmezzino. Certo i padroni di casa nulla hanno rubato e, nei minuti finali, ci hanno anche messo alle corde, ma una vittoria sfuggita al tramonto della gara, quando si sentiva già il profumo dei tre punti, lascia un po’ di delusione.

A inizio gara i “problemi” di formazione sono risolti da mister Veritti lanciando in campo fin dal primo minuto Matteo Nassivera (al posto dell’acciaccato Gabriele Faleschini, sistematosi in panchina), mentre il “provino” prepartita di Federico Rovere ha dato esito positivo, ed il Fede ha poi retto, seppure non al massimo, tutti i novanta minuti di gara.

Il nostro avvio “convinto” è presto premiato. Corre il nono minuto quando la retroguardia gradiscana si fa trovare impreparata: Bon di piede respinge il tiro dell’intraprendente Stefano Fabris, ben servito da Micelli, ma nulla può sull’irrompere vincente di Cristofoli. Al 34' andiamo vicini a quello che a quel punto sarebbe stato il meritato gol del raddoppio: gran palla filtrante di Picco per Madi, che però non centra la rete per un soffio. Prima della fine del tempo ancora qualche situazione favorevole per il Tolmezzo, ma il primo parziale si conclude “solo” sull’uno a zero. Nella ripresa la squadra di casa si fa più intraprendente, senza peraltro riuscire ad essere particolarmente pericolosa fino ai minuti finali, quando dapprima, siamo al 44’, Simonelli è bravo a respingere su Suligoj, poi Sangiovanni segna in evidente posizione di fuorigioco e poco dopo lo stesso reclama un rigore (che sarebbe stato piuttosto generoso). Come detto, alla fine il “temuto” gol del pareggio è arrivato, peraltro viziato da un precedente fallo su Micelli, con il colpo di testa ravvicinato del “piccolo” Campanella.

Domenica, 01 Ottobre 2017 22:17

PROMOZIONE – E’ ARRIVATA LA PRIMA SCONFITTA!

Scritto da

TOLMEZZO – COSTALUNGA 1-4 (p.t. 0-1)

Gol: p.t. 16’ Delmoro (rig.); s.t. Sistiani al 10’, Floreani al 29’, Grujic al 42’ e Aleksander Marjanovic al 47’.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Nassivera (45’ s.t. Candotti), Rovere, Fabris Davide, Madi (26’ s.t. Cristofoli), Fabris Stefano (19’ s.t. Picco), Polettini (26’ s.t. Floreani), Micelli, Vidotti (35’ s.t. Ajello); a disposizione Di Giusto e Capellari. Allenatore Ivan Veritti.

COSTALUNGA: Zetto Gianluca, Zetto Massimiliano, Pajkic, Pojani, Simic, Marjanovic Marko, Grujic, DelMoro Marco, Marjanovic Aleksander, Sistiani (45’ s.t. Rossi), Olio; a disposizione Belladonna, Delmoro Luca, Tinta, Mborja, Coppola. Allenatore Marco Mihelj

Arbitro: Andrea De Paoli della Sezione di Udine (Davide Turale di Udine e Denis Roman Fulin di Maniago)

Note: ammoniti Micelli (30’ p.t.), Rovere (41’ p.t.) e Marjanovic Aleksander (47’ s.t.); calci d’angolo 6 a 4 per il Tolmezzo; recuperi 1’ e 6’.

Tolmezzo, 1° ottobre 2017. Come dopo le tre vittorie in Campionato non era il caso di fare voli pindarici, così dopo la odierna prima sconfitta, seppur pesante, non è il caso di deprimerci e di demolire quanto fatto finora! I triestini si sono dimostrati una squadra “quadrata”, che bada al sodo, e nulla hanno “rubato”. D’altra parte il Tolmezzo di oggi non è stato quello che si è visto nelle prime sei uscite stagionali (fra Coppa e Campionato). Inizio guaringo da parte di entrambe le squadre, che non corrono pericoli fino a quando, siamo al 16', Federico Rovere (giornata particolarmente "difficile" la sua) commette un ingenuo fallo da rigore atterrando Olio in area. Sul dischetto si presenta Delmoro che batte Simonelli. Un minuto dopo lo stesso Rovere e Gabriele Faleschini si ostacolano al limite dell'area, Aleksander Marjanovic ne approfitta rubando palla ... rimedia Simonelli respingendo la conclusione da distanza ravvicinata. Al 25' lancio per Madi che, scartato anche il portiere, si trova sulla linea di fondo e non riesce a concludere nello specchio della porta. Da segnalare anche al 29' una pregevole rovesciata di Micelli "murata" da Massimiliano Zetto. Nella ripresa Tolmezzo che sembra più propositivo e Costalunga che continua a badare al sodo. Ottima occasione per Rovere al 12', ma il suo colpo di testa, su azione da calcio d'angolo, termina a lato. Si comincia ad assaporare il possibile pareggio ma, su azione da calcio d'angolo, Sistiani al 21' trova il gol del raddoppio calciando a rete da fuori area dopo la corta respinta  della difesa. Tolmezzo che non demorde e, poco prima della mezz'ora, riapre la gara grazie ad un colpo di testa di Floreani che, anticipando anche Picco, devia in rete la "palla dentro" di Davide Fabris. Al 34' ancora Floreani impegna seriamente il portiere triestino con una semirovesciata che viene alzata sopra la traversa. Proprio quando la pressione tolmezzina  mette in seria difficoltà la retroguardia del Costalunga, che parrebbe prossima alla capitolazione, su un'ingenuità difensiva arriva al 42' la terza rete della squadra ospite, opera di Veliko Grujic, che smorza le residue speranze tolmezzine. Per dovere di cronaca da segnalare ancora un colpo di testa dell'appena entrato Candotti, "contratto" in angolo, e la quarta rete del Costalunga grazie al contropiede solitario di Aleksander Marjanivic che, lasciato sul posto Gabriele Faleschini, batte Simonelli per la quarta volta.

 

da www.studionord.new

Calcio, sconfitto in casa il Tolmezzo

Nel girone B di Promozione prima sconfitta stagionale in campionato del Tolmezzo Carnia, battuto tra le mura amiche dai triestini del Costalunga (1-4); gli ospiti si sono portati in vantaggio nel primo tempo con il rigore di Marianovic, raddoppio nella ripresa di Sistiani, i rossoblu accorciano le distanze con Floreani, poi però capitolano causa le reti di Veliko e ancora Marianovic. I carnici in classifica scendono al 3^ posto, raggiunti a quota 9 proprio dal Costalunga. Salgono in vetta a 10 punti il Primorje e la Pro Gorizia. Prossima sfida in trasferta domenica 8 a Gradisca contro l’ISM.

 

Mercoledì, 27 Settembre 2017 23:10

COPPA ITALIA - SIAMO AI QUARTI

Scritto da

Coppa Italia di Promozione (ottavi di finale)

TOLMEZZO - FLAIBANO 2-1 (p.t. 1-0)

Gol: p.t. Floreani al 3'; s.t. Davide Fabris al 26', Cassin (rig.) al 45'.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Nassivera Matteo (35’ s.t. Rovere Michele), Fabris Davide, Picco (21’ s.t. Candotti), Fabris Stefano (31’ s.t. Ajello), Polettini (29’ s.t. Gollino), Micelli Giacomo, Floreani (1’ s.t. Vidotti); a disposizione Di Giusto e Treleani. Allenatore Ivan Veritti.

FLAIBANO: Ciani, Cozzi, Benedetti (36’ s.t. Ciroi), Battistella (31’ s.t. Laiola), Adamo, Cozzarolo, Tomat (44’ s.t. Pavan), Cassin, Nardella, Rebustini (17’ s.t. Rosa Gastaldo), Pecile (17’ s.t. Domini); a disposizione Marchiol e Mucignato. Allenatore Roberto Peressoni.

Arbitro Omar Bignucolo della Sezione di Pordenone (Luca Marcuzzi della Sezione di Udine e Enzo Esposito della Sezione di Tolmezzo).

Note: ammoniti Nardella, Simonelli e Candotti; calci d’angolo 7 a 4 per il Tolmezzo; recuperi 0’ e 6’.

 

da www.studionord.news

Calcio, il Tolmezzo ai quarti della Coppa Italia di Promozione

di MASSIMO DI CENTA e BRUNO TAVOSANIS

Missione compiuta per il Tolmezzo, che grazie alla quinta vittoria consecutiva stagionale approda ai quarti di finale della Coppa Italia di Promozione battendo 2-1 il Flaibano al F.lli Ermano. Successo assolutamente meritato quello della squadra di Ivan Veritti, che ha controllato la partita fino al 90′, quando un rigore ha permesso al Flaibano di accorciare le distanze. Ma il pareggio sarebbe stata una beffa.

Il Tolmezzo passa subito in vantaggio, dopo meno di 4′, con un colpo di testa di Floreani e sfiora il raddoppio al 12′, quando una conclusione di Polettini si infrange su palo.

Splendido il raddoppio al 26′ della ripresa con una punizione dalla distanza del capitano Davide Fabris (nella foto) che si infila sotto l’incrocio dei pali.

All’ultimo minuto Cassin realizza il rigore dell’1-2, poi ci sono ben 6′ di recupero, ma il Tolmezzo non corre più rischi.

Ora i quarti di finale, che vedranno il Tolmezzo giocare il prossimo 11 ottobre in casa del Sistiana, vittorioso 2-1 in trasferta con il Prata.

Questa la formazione schierata da Veritti: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini, Capellari, Nassivera (35’st Michele Rovere), Davide Fabris, Picco (21’st Candotti), Stefano Fabris (33’st Ajello), Polettini (29’st Gollino), Micelli, Floreani (1’st Vidotti).  In panchina Di Giusto e Treleani.

CAMPIONATO DI PROMOZIONE (terza giornata)

AURORA – TOLMEZZO 0-2 (p.t. 0-1)

Gol: p.t. Cristofoli (rig.) al 19’; s.t. Picco Ivano al 6’.

AURORA BUONACQUISTO: Lavaroni, Paolini, Picco Matteo (33’ s.t. Piutti), Pittioni, Iussig (44’ s.t. Di Benedetto), Visentini, Narduzzi (18’ s.t. Lebini), Lodolo (16’ s.t. De Nardin), Banello (31’ s.t. Galai), Spizzo, Puddu; a disposizione Foschiani e Della Mea. Allenatore Rino Busato

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Picco Ivano, Fabris Stefano (42’ s.t. Rovere Michele), Cristofoli, Micelli (33’ s.t. Polettini), Floreani (20’ s.t. Candotti); a disposizione Di Giusto, Nassivera, Treleani, Madi. Allenatore Dario Cicutti.

Arbitro: Federico Muccignato della Sezione di Pordenone (assistenti Davide Petralia di Maniago e Gabriele Corsano di Cormons).

Note: campo pesante; ammoniti Paolini (10’ s.t.), Davide Fabris (11’ s.t.) e Picco Ivano (48’ s.t.); calci d’angolo 3 a 2 per il Tolmezzo; recuperi 1’ e 5’.

TOLMEZZO – VALNATISONE 3-1 (p.t. 2-0)

Gol: p.t. Madi all’8’ e al 24’; s.t. Davide Fabris al 10’ e Passon al 29’

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli (34’ s.t. Di Giusto), Faleschini Daniele, Nassivera Matteo, Capellari, Rovere Federico (5’ s.t. Faleschini Gabriele), Fabris Davide, Madi (43’ s.t. Picco), Fabris Stefano (18’ s.t. Floreani), Cristofoli, Micelli (28’ s.t. Polettini), Vidotti; a disposizione Ajello e Candotti. Allenatore Dario Cicutti.

VALNATISONE: Bartolini, Dorbolò Mattia (1’ s.t. Tiro), Snidarcig (32’ p.t. Cumugnaro), Bucovaz (36’ s.t. Ciriaco Cristian), Ciriaco Michele, Grion, Pocovaz (26’ s.t. Dorbolò Tommaso, Passon, Oviszach, Meroi (26’ s.t. Snidaro), Miano; a disposizione Pinatto e Gorenszach. Allenatore Paolo Cencig

Arbitro: Roberto Presotto della Sezione di Pordenone (assistenti Fabiola Daneluz di Pordenone e Simone Milillo di Udine)

Note: ammoniti Stefano Fabris, Almer Tiro, Simonelli, Polettini, Davide Fabris e Vidotti; espulso Oviszach al 32’ s.t.; calci d’angolo 2 a 2; recuperi 1’ e 6’.

TARCENTINA – TOLMEZZO 0-2 (p.t. 0-0)

Gol: s.t. Cristofoli al 31’ e Madi al 48’.

TARCENTINA: Montagnese, Del Pino, Fabbro (38’ s.t. Gobbo), Collini (46’ s.t. Cusimano), Gerometta, Verona, Righini, Barreca (8’ s.t. Mansutti), Fabro, Nardini (27’ s.t. Venuti), Celetto; a disposizione Felice, Tufa, Nicoloso. Allenatore Mauro Lizzi

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Faleschini Daniele, Faleschini Gabriele, Capellari, Rovere Federico, Fabris Davide, Polettini (27’ s.t. Madi), Fabris Stefano (32’ s.t. Floreani), Cristofoli, Micelli Vidotti; a disposizione Di Giusto, Rovere Michele, Nassivera, Puppis, Gollino. Allenatore Ivan Veritti

Arbitro: Michele Piccolo di Pordenone (Banello di Monfalcone e Lava del Basso Friuli)

Note: ammoniti Verona (32’ p.t.), Faleschini Daniele (39’ p.t.), Cristofoli (19’ s.t.), Collini (24’ s.t.), Polettini, Righini (30’ s.t.); “allontanato” mister Veritti al 36’ s.t.; calci d’angolo 3 a 0 per la Tarcentina; recuperi 0’ e 6’.

Tarcento, 10 settembre 2017. Dopo la vittoria di domenica scorsa, con relativo passaggio del turno di Coppa Italia, ci si aspettava la conferma in una gara valida per i tre punti: la prima di campionato. Possiamo dire che la conferma c’è stata; su di un terreno di giuoco reso pesante dalla pioggia (le previsioni erano comunque più pessimistiche!), la giovane formazione tolmezzina ha retto bene il campo, giocando in prevalenza nella metà campo tarcentina e rischiando poco o nulla.

Le reti nella ripresa, la prima alla mezz’ora con Cristofoli, su assist di Micelli, con una spettacolare rovesciata, la seconda nel recupero con Madi che, servito da Micelli, scorge il portiere di casa fuori dall’area e lo supera con una precisa palombella da poco oltre la linea di centrocampo.

Domenica, 03 Settembre 2017 23:23

COPPA ITALIA: BRAVI RAGAZZI !!!

Scritto da

Coppa Italia di Promozione – Primo turno – Gara di ritorno

PRO ROMANS – TOLMEZZO 1-2 (p.t. 0-2) 2-5 d.c.r.

Gol: p.t. autogol Caruso al 5’, Faleschini Gabriele all’8’; s.t. Bregant al 2’.

Sequenza rigori: Fabris Davide gol, Buttignaschi alto, Grion gol, Rovere Federico gol, Faleschini Gabriele gol, Selva palo, Caruso parato.

PRO ROMANS MEDEA: Franco, Paravan, Tomasin, Caruso, Beltrame, Monterisi (1’ s.t. Buttignaschi), Pelos (34’ s.t. Burlon), Compaore, Monnels (1’ s.t. Selva), Grion, Bregant; a disposizione Sorci, Azzani, Fontana e Favaro. Allenatore Gianni Tomizza.

TOLMEZZO CARNIA: Simonelli, Daniele Faleschini, Gabriele Faleschini, Capellari, Federico Rovere, Davide Fabris, Ciotola (1’ s.t. Madi), Stefano Fabris, Cristofoli (25’ s.t. Polettini), Micelli (42’ s.t. Floreani), Vidotti; a disposizione Di Giusto, Michele Rovere, Nassivera e Gollino. Allenatore Ivan Veritti

Arbitro: Giacomo Ponti di Trieste; assistenti Francesco Bernardi di Trieste e Gabriele Corsano di Cormons.

Note: ammoniti Pelos (30’ p.t.), Daniele Faleschini (40’ p.t.), Capellari (6’ s.t.), Stefano Fabris (9’ s.t.), Tomasin (15’ s.t.), Madi (28’ s.t.), Caruso, Selva (40’ s.t.); corner 6 a 2 per la Pro Romans; recuperi 1’ e 4’.

Medea (GO), 3 settembre 2017. Al termine della gara di mercoledì scorso la delusione serpeggiava per il risultato negativo, ma la convinzione di potercela fare nella gara di ritorno era evidente in mister Veritti e in tutto l’entourage tolmezzino: e così è stato! Una grande prima parte di gara (non che il resto sia da ritenersi negativo!) e la migliore capacità di trasformare i calci di rigore hanno infatti permesso a capitan Rovere & compagni di superare meritatamente i sedicesimi di Coppa. Al cospetto di una compagine con nomi altisonanti per la categoria, quali Caruso, Monnels, Campaore e Buttignaschi, la giovanissima squadra di Ivan Veritti (il più “vecchio” è il portiere Simonelli, classe 1992) ha messo in mostra un gioco per larghi tratti spumeggiante, dimostrandosi molto “più squadra” degli isontini. Partenza a razzo con due gol nel giro di otto minuti: al 5’ Stefano Fabris viene fermato fallosamente fuori area, in posizione decentrata; punizione dalla sinistra calciata, a rientrare, da suo fratello Davide che trova la involontaria deviazione “vincente” di Caruso. Tre minuti dopo è Gabriele Ciotola a venir fermato fallosamente al limite dell’area; dalla destra è Gabriele Faleschini a calciare direttamente in porta, con pallone che si infila in rete sul secondo palo. Al 20’ abbiamo l’occasione per chiudere la gara con Micelli che, ricevuta palla in area in posizione centrale, dall’altezza del dischetto non calcia servendo invece l’accorrente Cristofoli, forse più libero ma anche più decentrato, il cui tiro si stampa sul palo alla destra del portiere isontino. Due minuti dopo è però Simonelli a doversi mettere in evidenza respingendo la potente conclusione di Caruso, seguita ad un calcio di punizione dal limite respinto dalla barriera.

Ad inizio ripresa i padroni di casa riducono lo svantaggio, riportando in parità il risultato del doppio confronto (in questa manifestazione i gol in trasferta non valgono doppio). E’ ancora una volta una punizione (dubbio il fallo fischiato dall’arbitro) a portare al gol, su tap-in di Bregant dopo una corta respinta di Simonelli ed un batti e ribatti in area. Il resto della ripresa vede le due squadre alla ricerca del gol decisivo che non arriverà. Da segnalare, al 31’, un salvataggio in affanno di Simonelli, su errato retropassaggio di Gabriele Faleschini, una occasionissima per Madi al 35’, non sfruttata a dovere, un paio di pericoli corsi nei minuti finali (conclusione debole di Selva da posizione favorevole al 43’ e punizione di Buttignaschi respinta a mani aperte da Simonelli al 46’) e ancora un’occasione per Madi al 48’, questa volta fermato dall’arbitro per un dubbio fuorigioco. Poi i calci di rigore che hanno meritatamente premiato il Tolmezzo.

 

 

Quello che è stato definito l’anno zero parte proprio da zero o più precisamente dall’1 a 0 rimediato nella prima partita ufficiale dal nuovo Tolmezzo targato Veritti: la Pro Romans Medea ci batte con un gol all'alba del match, quando qualcuno dei nostri, probabilmente, era ancora con la testa negli spogliatoi ...  Il campo ha espresso un verdetto (sulla cui definitività aspettiamo però la gara di ritorno) ma la realtà ha detto anche cose meno amare, perché  a volte bisogna anche saper guardare oltre il risultato soprattutto quando un processo è appena all’inizio. Cominciamo allora dalle cose che funzionano meno:  la difesa un po’ distratta, per esempio, che ha sofferto un po’ sulle palle inattive e su qualche situazione di lanci lunghi. La tendenza  a portare palla nel mezzo quando sarebbe stato preferibile aumentare la velocità del giro palla che quando è stato fluido e rapido ha anche lasciato intravedere buoni sviluppi della manovra. L’attacco un po’ spento, che quasi mai ha prodotto situazioni di pericolo per i nostri avversari. Su questi aspetti dovrà lavorare Ivan Veritti, partendo però anche da alcuni aspetti positivi che vale davvero la pensa di sottolineare.

  1. la tendenza a cercare di giocare sempre la palla, affidandosi ai lanci lunghi solo quando non era il caso di rischiare;
  2. la tenuta fisica. La squadra ha corso fino all’ultimo minuto, dando l’impressione di non accusare cali.
  3. Il pressing organizzato. Non si vedevano giocatori partire all’attacco isolati per cercare di conquistare la palla,  ma c’era sempre una movimento sincronizzato, naturalmente suscettibile di un ulteriore miglioramento.

Se poi il mercato regalerà un giocatore esperto in difesa o in mezzo al campo Veritti farebbe salti di gioia … Nascondersi la realtà che non sarà una stagione semplice non sarebbe giusto. Da queste parti tutti lo sanno e per questo squadra e società hanno bisogno di sentire l’affetto e il sostegno della gente. Al netto delle polemiche che hanno caratterizzato il dopo retrocessione e delle quali non è questa la sede in cui parlare, crediamo che i nostri ragazzi abbia fatto piacere una buona presenza sugli spalti del “Fratelli Ermano”. I nostri ragazzi sono tali nel vero senso della parola, perché sono carnici o comunque provenienti dal settore giovanile. In un momento storico in cui la società ha fatto e sta facendo i salti mortali per ovviare a problemi economici mica indifferenti, puntare sul senso di appartenenza è un buon investimento. Criticare la società è un diritto di chi viene allo stadio, ma la critica deve essere costruttiva ed intellettualmente onesta, non fatta tanto per fare. Perché questa società, quelle che ci sono state e quelle che ci saranno sono passate e passeranno. Quello che resta è il Tolmezzo, con la sua storia secolare ed è questo che la gente deve capire. E avrebbero dovuto capirlo anche quei giocatori che la scorsa stagione hanno contribuito in maniera importante a retrocedere e quest’anno hanno salutato la compagnia. Bello il messaggio lanciato da Ivan Veritti nell’intervista posta partita. Il tecnico ha detto che ha accettato di guidar la squadra pur essendo a conoscenza delle difficoltà perché ha il Tolmezzo nel cuore, detto così senza retorica e giri di parole.

Colloredo di Monte Albano, 18 agosto 2017. Al torneo di Mels di Colloredo per la squadra di Ivan Veritti non sono bastate due vittorie ai rigori contro Tarcentina e Fulgor Godia (squadre che ritroveremo nel prossimo Campionato di Promozione) per accedere alla finale di mercoledì. Il “Regolamento” ha infatti premiato la Tarcentina che, avendo vinto lo scontro diretto con la Fulgor per 1 a 0, si è aggiudicato il triangolare, a parità di punteggio, per la miglior differenza reti conseguita nei “tempi regolamentari” (ogni mini partita è stata disputata in due tempi da 20 minuti). A fine serata Veritti moderatamente soddisfatto per la prestazione.

Pagina 1 di 22
UA-54400219-1